Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Trivelle, accordo con ENI: i 5 Stelle smascherano Crocetta in Aula

Letto 144 volte

Valentina Zafarana, capogruppo 5 Stelle all'ARS, regala a Crocetta il cappello da texano
Valentina Zafarana, capogruppo 5 Stelle all’ARS, regala a Crocetta il cappello da texano

Scontro a muso duro tra il Movimento 5 Stelle e il presidente della Regione Sicilia sulle trivelle. I parlamentari ARS non cedono e continuano a dare battaglia al governo, smascherando Crocetta rispetto all’accordo firmato con ENI.

“Il gettito delle royalties in Sicilia non è dato conoscerlo -spiegano dal movimento. Eppure sappiamo bene che i dati forniti dal governo regionale a voce non sono veritieri. Considerando che proprio questi dati dovrebbero essere resi noti sul sito della Regione Sicilia e invece l’URIG non li pubblica addirittura dal 2008″.

Durante la seduta di ieri pomeriggio i parlamentari Cinquestelle hanno consegnano un cappello da texano a Crocetta, per la sua “indiscutibile simpatia nei confronti dei petrolieri. E’ certamente più rispettoso per il parlamento consegnare un cappello che snobbare costantemente l’Aula con assenze ripetute e totale disinteresse come fa il presidente”.

“Schizofrenia allo stato puro nell’azione del governo -incalza Valentina Zafarana, capogruppo all’ARS M5S. Prima approva e favorisce, poi blocca e ferma, e poi ancora riapprova le trivellazioni, definite addirittura da Crocetta nelle ultime settimane come grande opportunità per il futuro della Sicilia in termini economici ed occupazionali. E così va avanti lo scempio delle nostre coste e dei nostri mari”.

I deputati grillini hanno abbandonato Sala d’Ercole prima del voto ritenendo concluso, come prevede il regolamento, l’iter che ha preceduto il dibattito e che ha visto già approvate settimane fa due mozioni e un ordine del giorno del Movimento 5 Stelle, che impegnano il governo a intervenire contro l’articolo 38 del decreto Sblocca Italia.

Il protocollo con ENI che autorizza le trivellazioni in mare
Il protocollo con ENI che autorizza le trivellazioni in mare

“Crocetta mente sapendo di mentire -afferma il presidente della Commissione Ambiente Giampiero Trizzino. Parla di un protocollo di giugno quando in realtà il vero protocollo è quello firmato a novembre, nel quale si prevedono nuove trivellazioni a mare. Lui invece inganna l’Aula sostenendo di non aver firmato alcun accordo in cui si parla di trivellazioni”.

Poi l’intervento di Giancarlo Cancelleri. “Crocetta interpelli i siciliani con un referendum consultivo sulle trivellazioni e ascolti, una buona volta, cosa ne pensano”.

Intanto, per mercoledì 17 dicembre i deputati del Movimento 5 Stelle hanno convocato una conferenza stampa per fare chiarezza su quanto è già stato fatto e su quanto hanno in programma di fare contro le trivelle. “Docenti, studenti e tutta la società civile che ha a cuore l’ambiente sono invitati a partecipare alla manifestazione contro le trivelle che si terrà venerdì 19 dicembre“. Alla manifestazione prenderanno parte sindaci da tutta la Sicilia, ANCI, Greenpeace, il comitato No Triv e altre associazioni ambientaliste.

Elisabetta Raffa

Giornalista professionista dal secolo scorso, si divide equamente tra articoli di economia e politica, la cucina vegana, i propri cani, i libri, la musica, il teatro e le serate con gli amici, non necessariamente in quest’ordine. Allergica ai punti e virgola e all’abuso dei due punti, crede fermamente nel congiuntivo e ripete continuamente che gli unici due ausiliari concessi sono essere e avere. La sua frase preferita è: “Se rinasco voglio essere la moglie dell’ispettore Barnaby”.