Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Ti presento mia moglie!

Letto 239 volte

Mariangela Donato

Sapete quanto mi piace paragonare gli anni ’80, i lustrini, le paillettes e le pellicce all’epoca attuale, al moderno e non vi ho mai nascosto che secondo me vince spesso il vintage.

Quante volte mi ripeto, vi scrivo e lo riscrivo che si stava meglio quando si stava peggio? I cartoni erano più belli, la vita più serena, l’economia del paese migliore. Eppure nelle case e nei modi di vivere degli italiani c’era e continua a esserci una presenza: l’amante.

I conna sunnu a paci da casa… da sempre mi sono chiesta chi avrà mai pronunciato per la prima volta queste parole, mentre sul perché mi sono fatta un po’ meno domande. Ma anche qui, a tal proposito, qualcosa è cambiato.

Correvano gli anni ’80 quando mogli e madri perfette si agghindavano con gioielli sfarzosi, stile Santa Rosalia, capello cotonato e fresco di coiffeur, truccate perfettamente in riga con gli anni, come se dovessero prendere da un momento all’altro il posto della Cuccarini al varietà del sabato sera su Rai Uno, impellicciate, ostentando soldi ed eleganza che il marito poteva concedere solo a loro per riuscire a vincere la lotta con la squattrinata amante, segretaria occhialuta, bruttina ma troietta, che doveva accontentarsi, ben che le andasse, di una cenetta fuori porta, dove nessuno poteva vederla né fare il paragone con la moglie del capo. The winner is: la signora moglie!

Passano gli anni, la segretaria bruttina è ancora in cura da uno schizzato, più di lei, psicanalista del quale nel frattempo si è innamorata, la moglie curata e bella contribuisce all’arricchimento di alcune case farmaceutiche produttrici di psicofarmaci e se ne frega del marito in quanto a causa della crisi non può più permetterle  la bella vita, lo shopping e le serate in teatro.

E lui? Quell’uomo? Il marito o capo, seconda delle esigenze, che fine avrà fatto?  Lui si cura, si depila ed ha un’amante di 20 anni più giovane che chiama fidanzata!

Ebbene  sì, passeggiano curatissimi per le vie del centro questi uomini, hanno vite impegnate e impegnative, non rispondono sempre al telefono perché magari stanno facendo una ceretta o una punturina per le rughe nel centro estetico più fashion della city.

Ti capita, poi, di incontrarli al bar, con una racchia accanto. Lui sorridente come sempre, spavaldo, a tratti buffone con l’aria da toco (come si dice a Messina) ti guarda, ti saluta, ti chiede come stai e sorridendoti esclama: “Ti presento mia moglie”.

Non riuscendo a dire piacere, a malapena riesci a pronunciare il tuo nome, i pensieri e le domande sono molteplici. Dal credevo fosse tua suocera al dille di depilarsi o ancora perché l’hai fatta uscire? o, semplicemente. perché?!?!.

Ecco cos’è cambiato negli anni. Le donne non badano alla competizione o non si accorgono del fatto che il marito curato e figo ha delle motivazioni per comprare costosi prodotti estetici? Perché esistono sempre più uomini affascinanti o comunque attenti allo stile accompagnati da mogli improponibili?

Curatissimo, palestrato quanto basta, con peluria pettinata e sistemata, abbigliamento impeccabile, l’uomo del nuovo millennio ha scelto la moglie di porcellana… da toilette.  E the winner is: CESAMIR!

Mariangela Donato

Speaker radiofonica, blogger, conduttrice tv, mamma, portatrice sana di battute a raffica anche quando è giù di corda e chi più ne ha più ne metta, La Donato “viveur” è una messinese in fissa con il “savoir faire”. Su Sicilians scrive su abitudini e modi di fare soliti e insoliti, nostrani e non, prendendoli e prendendosi un po' in giro. La sua rubrica "Mi state tutti sul tacco" è la penna pettegola e pungente del nostro giornale.