Lesioni e omissione di soccorso, ai domiciliari per 3 anni e 10 mesi 22enne di Barcellona Pozzo di Gotto

MESSINA. Tre anni e 10 mesi di reclusione per F.P. il 22enne di Barcellona Pozzo di Gotto arrestato dai Carabinieri con l’accusa di lesioni personali e omissione di soccorso. Il giovane, già noto alle Forze dell’Ordine, sconterà la pena agli arresti domiciliari, così come deciso dalla Corte d’Appello di Messina.

Leggi tutto

Operazione anti-droga “Doppia sponda”, pene ridotte in Corte d’Appello per 5 imputati

SICILIA. Ridotta la pena in Corte d’Appello per 5 imputati del processo denominato “Doppia sponda”.  Queste le condanne per il secondo grado: 5 anni, 5 mesi e 20 giorni per Giuseppe Valenti; 5 anni, 8 mesi e 15 giorni per Marco D’Angelo; 2 anni, 6 mesi e 20 giorni per Gianluca Miceli;

Leggi tutto

Sacco Fiumedinisi, il sindaco di Messina Cateno De Luca assolto anche in secondo grado

MESSINA. Assolto anche in secondo grado per le accuse relative al cosiddetto sacco di Fiumedinisi, nel quale è stato coinvolto anche l’allora primo cittadino Cateno De Luca, da giugno del 2018 sindaco di Messina. Poco dopo le 13 la Corte d’Appello del tribunale peloritano si è pronunciata a suo favore.

Leggi tutto

Politica. Il sindaco De Luca in visita al Tribunale di Messina

MESSINA. Il sindaco De Luca questa mattina ha incontrato al Tribunale il presidente della Corte d’Appello Michelle Galluccio e il presidente dell’ordine degli avvocati Vincenzo Ceraolo per definire il progetto per il nuovo palazzo di giustizia. “Dopo averlo annunciato ieri, già oggi ci siamo recati con il vicesindaco Salvatore Mondello

Leggi tutto

Cronaca. Irregolarità nella gestione del bar, barcellonese assolta dalla Corte d’Appello di Messina

MESSINA. Una donna di Barcellona Pozzo di Gotto, G.D., 23 anni, gestrice di un noto bar di Milazzo che era stata denunciata dalla Polizia Municipale per presunte irregolarità sull’utilizzo del suolo pubblico della propria attività, è stata assolta. A deciderlo i giudici della Corte d’Appello di Messina. La giovane era

Leggi tutto

#Attualità. Eletto il nuovo Direttivo dell’Unione Italiana Forense di Messina

Rinnovate le cariche dell’UIF, l’Unione Italiana Forense, del distretto di Corte d’Appello di Messina. Eletti nel nuovo Consiglio Direttivo peloritano Ester Isaja (presidente), Oleg Traclò (vicepresidente), Maria Pagano (segretario), Valentina Alampi (tesoriere) e come consiglieri Cettina Franchina e Carmen Leopanto. L’assemblea è stata arricchita dalla partecipazione del presidente regionale UIF

Leggi tutto

#LegaPro. Due punti di penalizzazione al Messina nel campionato appena concluso

La Corte d’Appello federale ha inflitto due punti di penalizzazione al Messina per il nodo fideiussione. Questi punti in meno però non saranno applicati nel prossimo torneo, come da richiesta del procuratore federale, bensì nel campionato appena concluso. Niente di grave dunque, visto che i peloritani sono comunque salvi. “A.C.R.

Leggi tutto

#Messina. Nell’Aula Magna della Corte D’Appello il convegno “I Diritti Umani e la loro tutela in Europa e nel mondo”

Si svolgerà il 5 e il 6 maggio nell’Aula Magna della Corte D’Appello di Messina il Convegno “I Diritti Umani e la loro tutela, in Europa e nel Mondo“. L’evento, organizzato dalla sezione di Messina dell’Unione Giuristi Cattolici Italiani con l’Ordine degli Avvocati di Messina, si aprirà venerdì alle 15.30.

Leggi tutto

#Barcellona. Assolti gli imputati coinvolti nell’operazione Piazza Grande

I giudici della Corte d’Appello di Messina, presidente Alfredo Sicuro, hanno deciso la piena assoluzioni nei confronti degli imputati coinvolti nell’operazione Piazza Grande, condotta dalla Polizia e scattata nel febbraio 2005 a Barcellona Pozzo di Gotto. Alla sbarra vi erano presunti appartenenti a un’organizzazione che spacciava ogni genere di droga

Leggi tutto

#Messina. Furto in appartamento, arrestato pregiudicato

Nella primissime ore di ieri, i carabinieri della Stazione di Bordonaro hanno arrestato Vincenzo Mattucca, pregiudicato messinese, classe 1971, in applicazione di un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Messina. L’uomo deve espiare una pena di 4 anni, 8 mesi

Leggi tutto