Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Solidarietà e coronavirus, oltre 26.000 euro per la raccolta fondi UniMe

Letto 331 volte

MESSINA. Si è conclusa la raccolta fondi #DonaUnOraDelTuoLavoro, che ha visto coinvolto il personale docente e tecnico-amministrativo dell’Università di Messina, i dottorandi, gli specializzandi e il personale della Società cooperativa UniLav. Attraverso una semplice quanto intuitiva applicazione web ideata dal Dipartimento Affari generali è stato possibile a tutti attraverso un click donare il corrispettivo di una o più ore del proprio lavoro. L’iniziativa si inserisce nel più ampio ambito di azioni intraprese dall’ateneo messinese per fronteggiare l’emergenza COVID-19 e aiutare la comunità cittadina e il Policlinico. In soli 35 giorni di campagna sono stati raccolti ben 26.822 euro corrispondente a un totale di 2.276 ore di lavoro pari a oltre il 91% del target previsto. “Il successo della campagna di fundraising – commenta il rettore Salvatore Cuzzocrea – è da attribuire all’ampia partecipazione di tutto il personale coinvolto, con 658 donazioni effettuate da 609 donatori, alcuni hanno infatti contribuito più volte, suddivisi tra le varie categorie invitate alla partecipazione. In media ognuno ha donato quasi 4 ore del proprio corrispettivo lavorativo, con un importo medio pro-capite di poco superiore ai 44 euro”. Una grande gara di solidarietà, dunque, vinta grazie alla disponibilità di ciascuno e allo spirito solidale che contraddistingue la comunità UniMe. Nello stesso periodo numerose sono state le iniziative benefiche di raccolta fondi nate per aiutare le strutture sanitarie a superare l’emergenza COVID-19, offrendo così un aiuto concreto alle famiglie in difficoltà.