Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Sicilia. Si finge pornoattore sui social e ricatta anche la Mattera, nei guai 25enne messinese

Letto 1248 volte

Il pornoattore Franco Trentalance
Il pornoattore Franco Trentalance

Nell’era del social è sempre più frequente la creazione di falsi profili di personaggi famosi. Emulatori, in alcuni casi. Ricattatori, in altri.

Sembrerebbe essere proprio quest’ultimo il caso di Anthony Repici, 25enne di Messina, che rischia di finire sotto processo. Sostituzione di persona e violenza privata le accuse del PM di Milano Alessandro Gobbis, che si appresta a chiederne il rinvio a giudizio.

Secondo gli inquirenti, il giovane avrebbe creato dei falsi profili Facebook e Twitter sfruttando l’immagine del pornoattore Franco Trentalance, noto anche per aver preso parte al reality La Talpa e personaggio televisivo riuscito a ritagliarsi un posto a tavola nella TV generalista, per ricattare tra luglio e novembre 2012 anche Justine Mattera, showgirl ed ex moglie del presentatore Paolo Limiti.

Con i falsi profili Anthony Repici, difeso dal legale Fabio Ingrillì, avrebbe intrattenuto “conversazioni telematiche, attribuendosi l’identità del pornodivo” con la Mattera, costringendola poi anche “a proseguire le comunicazioni online” nonostante lei avesse scoperto l’inganno, con la minaccia di rendere pubbliche le chat “ritenute compromettenti”.

E non è neppure la prima volta che il giovane sfrutta il web per trarre in inganno le sue vittime. Nel dicembre del 2011 Repici avrebbe utilizzato lo stesso metodo, sfruttando le piattaforme di Facebook e Twitter, social grazie ai quali è possibile avere una maggiore interazione nei messaggi privati con altri utenti, per entrare in contatto con la scrittrice Irene Cao dal falso profilo del ciclista Filippo Pozzato, ignaro della sostituzione di persona. I quattro personaggi noti sono parti lese nel procedimento del tribunale di Milano.