Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Sicilia, rilancio del turismo post lockdown: riparte Nicolosi “porta dell’Etna”

Letto 529 volte

CATANIA. Riparte Nicolosi “porta dell’Etna” che da questo weekend è pronta a ricevere i visitatori in tutta sicurezza. È questo il chiaro messaggio di ripresa divulgato dal sindaco Angelo Pulvirenti, che di concerto con tutta l’Amministrazione comunale e nel totale rispetto delle disposizioni ministeriali dovute alla pandemia da coronavirus, riapre il ridente paese etneo. Una svolta in positivo fortemente attesa per la località punto di riferimento dell’estate siciliana che profuma di rinascita. B&B, guide turistiche, negozi di abbigliamento, differenti esercizi commerciali e i tanti ristoratori presenti nel territorio, che negli anni hanno reso Nicolosi un vero e proprio brand, tornano a lavorare, animati da passione e coinvolti in un progetto inclusivo, che punta con coraggio al futuro: ricostruire insieme la vivace quotidianità, in un ambiente sanificato e con ampi spazi per consentire il distanziamento sociale. “Ringrazio tutti gli imprenditori e gli esercenti che svolgono attività sul territorio e per il territorio – dichiara il primo cittadino Pulvirenti. Insieme a loro ci siamo impegnati alacremente per riaprire in tutta sicurezza, ponendo grande attenzione alla tutela della salute di chi animerà le nostre strade e i punti di ritrovo. Adesso è tutto pronto per cominciare una nuova stagione, grazie a una implementazione dei sistemi di prenotazione da remoto, che eviteranno gli assembramenti per le attese, la distribuzione di protezioni individuali, come l’igienizzante per le mani e le mascherine, che dovranno essere utilizzati in tutti i luoghi pubblici e anche all’aperto. Il tutto senza dimenticare la ridefinizione degli spazi interni ai locali, per consentire le dovute distanze tra le persone. È forte la voglia di recuperare il tempo perduto, di rialzarsi dopo lo tzunami economico causato dalla pandemia e fare tesoro degli insegnamenti derivanti dall’esperienza della quarantena”. Un nuovo start grazie al quale, 24 ore su 24, la “porta dell’Etna” tornerà ad attirare con le prelibate eccellenze enogastronomiche tra vino, prodotti tipici e dolci, con lo shopping all’aperto nei diversi negozi immagine che per l’occasione prolungheranno gli orari di apertura circondati dai paesaggi mozzafiato: il Parco Naturale dell’Etna, il vulcano, che è patrimonio dell’Unesco e i Monti Rossi, per citarne solo alcuni. Senza dimenticare il variegato patrimonio artistico e culturale come il Monastero di San Nicolò l’Arena e il Museo vulcanologico dell’Etna. “Manca poco e dal 14 giugno torneremo a effettuare le visite guidate di gruppo – spiega il presidente CAI della sezione di Catania Umberto Marino. Noi guide turistiche siamo liete di riprendere a svolgere con passione il nostro lavoro, con le mascherine sempre sul volto. Per queste prime escursioni, cercheremo di non allontanarci troppo, in quanto non è ancora consentito l’utilizzo dei bus per i gruppi numerosi. Potremo sfruttare solo le macchine che consentiranno lo spostamento, pienamente sicuro, di poche persone, con cui percorreremo insieme, e nel rispetto dei protocolli igienico-sanitari, tra le varie destinazioni, il sentiero Silvestri, che collega Nicolosi ai monti Silvestri. E poi ancora Piano Vetore, senza dimenticare il Rifugio Sapienza, con querceti, castagneti e pinete e gli straordinari paesaggi anche a bassa quota”. Un progetto virtuoso per ripartire da un territorio fiore all’occhiello del turismo siciliano, meta prediletta di un pubblico eterogeneo, composto da famiglie e da giovani, amanti del clima mite e della natura, in cui viene valorizzata la biodiversità siciliana, grazie a esperienze di trekking fra i boschi e percorsi fotografici. Ma non è finita qui. Ampia e variegata è l’offerta: dai rinomati ristoranti, alle pizzerie, che hanno potenziato il servizio da asporto e a domicilio; alle piccole botteghe e i chioschi, con gli invitanti odori e sapori, che, insieme alle luci sgargianti, renderanno nuovamente viva la movida profondamente riorganizzata ed ordinata. Non verranno dimenticati i bisogni dei bambini alle cui esigenze viene riservato attento riguardo, in un’ottica spiccatamente family friendly. Dopo una lunga chiusura forzata, sono già stati compiuti i lavori per rendere nuovamente attivo il parco comunale, Villa Anselmi, con criteri di sicurezza stabili e definiti.  Parliamo ancora di un luogo a misura di sportivi, dove potranno allenarsi in libertà. A pochi passi dal centro di Nicolosi, infatti, si trovano i Monti Rossi che l’amministrazione, dopo aver messo in sicurezza, renderà completamente fruibile per lo sport all’aria aperta o per passeggiate tra gli alberi, lungo i diversi sentieri-natura che regalano punti di osservazione con panorami mozzafiato. Insomma, all’alba di questo nuovo inizio a Nicolosi la parola d’ordine è: ritorno alla normalità.