Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Sicilia. Bufera all’ARS: 3 arresti per voto di scambio

Letto 273 volte

Sala d'Ercole all'ARS
Sala d’Ercole all’ARS

L’ARS di nuovo nell’occhio del ciclone. Questa volta c’è di mezzo il voto di scambio e l’accusa è di compravendita di voti nelle tornate elettorali del 2012.

Agli arresti domiciliari il deputato-consigliere comunale Roberto Clemente (PID-Cantiere Popolare), il parlamentare Nino Dina (UDC, presidente della Commissione Bilancio dell’ARS), l’ex onorevole Franco Mineo (tra i non eletti nel 2012 a Palazzo dei Normanni), il primo dei non eletti del PID Giuseppe Bevilacqua e un finanziere. Quest’ultimo è accusato di corruzione.

“Separare l’immagine e il ruolo dell’Assemblea Regionale Siciliana dai comportamenti penali e morali dei singoli è una vera fatica di Sisifo -commenta il presidente dell’ARS Giovanni Ardizzone, UDC come Dina. Sono sempre più convinto che le inchieste siano dovute e necessarie, nell’interesse delle stesse istituzioni politiche, per fugare tutte le ombre e individuare le responsabilità penali, che sono esclusivamente personali”.

Elio Granlombardo

Ama visceralmente la Sicilia e non si rassegna alla politica calata dall’alto. La “sua” politica è quella con la “P” maiuscola e non permette a nessuno di dimenticarlo. Per Sicilians segue l'agorà messinese, ma di tanto in tanto si spinge fino a Palermo per seguire le vicende regionali di un settore sempre più incomprensibile e ripiegato su se stesso. Non sopporta di essere fotografato e, neanche a dirlo, il suo libro preferito è “Conversazione in Sicilia” di Elio Vittorini.