Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Sanatoria lavoro sommerso e caporalato, la CISL Messina a disposizione di chi si mette in regola

Letto 357 volte

MESSINA. Grazie al decreto Rilancio il Governo apre uno spiraglio per i lavoratori irregolari prevedendo una sanatoria come misura di contrasto al lavoro sommerso e al fenomeno del caporalato. Una procedura di regolarizzazione rivolta a una parte dei migranti che vivono in Italia e che lavorano in una condizione di sfruttamento. La manovra si pone da un lato l’obiettivo di regolarizzare i lavoratori stranieri e dall’altro di rilasciare permessi di soggiorno temporanei, ma solo a determinate condizioni. Tutte le domande potranno essere presentate sino al 15 luglio 2020. ANOLF e CISL sono pronti a supportare chiunque sia interessato a presentare le domande previste dal decreto. È possibile presentarsi presso la sede dell’ANOLF CISL di Messina in viale Europa 58, ma anche in tutte le sedi CISL della provincia, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19,30. È possibile chiedere assistenza o informazioni via email all’indirizzo anolfmessina@gmail.com oppure telefonando al numero 090.6507627. In allegato l’intervista video al presidente di ANOLF CISL Messina, Carlo Mastroeni, che spiega come funziona la procedura sull’emersione del lavoro irregolare.