Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Riposto. Ancora un mistero l’omicidio del 27enne Dario Chiappone

Letto 551 volte

carabinieri_auto_notte_siciliansE’ ancora un mistero l’omicidio del 27enne Dario Chiappone, ucciso ieri sera a Riposto, in provincia di Catania, con 16 coltellate alla gola e al torace. Sull’omicidio indagano i carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Catania e gli uomini della Compagnia di Giarre, coordinati dal procuratore capo di Catania Carmelo Zuccaro e dal sostituto procuratore Santo Distefano. La donna che era con la vittima, di una ventina di anni più  grande, parla di un tentativo di rapina. La dinamica dell’omicidio, con il 27enne fatto prima inginocchiare e poi sgozzato dopo essere stato colpito con 16 coltellate, crea non poche perplessità negli inquirenti, propensi a credere che la morte di Dario Chiappone sia in realtà un assassinio camuffato da rapina.

Stando al racconto della donna, la coppia era a bordo dell’auto della vittima, quando improvvisamente due malviventi con il volto coperto si sarebbero palesati. Quello armato di pistola avrebbe minacciato la donna, mentre l’altro, brandendo un grosso coltello, lo avrebbe puntato contro il 27enne, al quale avrebbe chiesto di consegnare il denaro. Dalla reazione di Chiappone sarebbe nata una colluttazione con il rapinatore con il coltello, che poi lo avrebbe ferito più volte, per poi scappare con il complice. A contribuire a svelare il mistero dell’omicidio, le immagini riprese dalle videocamere della zona.