Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Politica. Lo spoil system nell’era De Luca: niente di nuovo sotto il sole

Letto 912 volte

MESSINA.  Nuova amministrazione, vecchi sistemi. Se qualcuno aspettava delle sorprese dallo spoil system dell’esecutivo De Luca è rimasto sicuramente deluso. In attesa di conoscere i curricula di presidenti e membri dei consigli di amministrazione delle partecipate del Comune di Messina, dalle scelte del sindaco si può solo dedurre che gli amici e i collaboratori di sempre sono stati premiati. A guidare l’Azienda Trasporti Municipalizzata sarà Giuseppe Campagna (dirigente della FENAPI e presidente dell’ente di formazione ENFIP), mentre ricopriranno il ruolo di consigliere Roberto Aquila Calabrò (candidato in una delle liste di De Luca alle amministrative) e Francesco Gallo, ex assessore della Giunta di Francantonio Genovese ed ex presidente della Polisportiva Messina. All’AMAM il presidente sarà Salvo Puccio, geologo, e a completare il quadro saranno Carlo Roberto Cerreti e Roberto Cicala. La guida della MessinaServizi Bene Comune sarà affidata a Giuseppe Lombardo, presidente di Sicilia Vera, con Maria Interdonato e Lorenzo Grasso come consiglieri d’amministrazione. Infine, la presidenza del Teatro Vittorio Emanuele è andata a Enzo Caruso, direttore del museo storico di Forte Cavalli. Le nomine sono fiduciarie e sono state scelte fra i 527 curricula inviati e 401 quelli considerati.