Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Politica. Il consigliere Gioveni: “Ecopass necessario, ma bisogna agevolare i pendolari”

Letto 317 volte

MESSINA. Nota del consigliere comunale del PD Libero Gioveni in merito all delibera ecopass, secondo lui necessaria per la città peloritana. Il consigliere però pone anche l’attenzione su alcuni accorgimenti che devono essere applicati per i pendolari. “Nell’apprendere con soddisfazione – dichiara Gioveni – dopo averlo chiesto personalmente io nei giorni scorsi, che la giunta De Luca abbia deliberato ieri la reintroduzione dell’ecopass dando mandato al Dipartimento mobilità urbana di predisporre tutti gli atti necessari, non posso non osservare che nella delibera, probabilmente per una svista, non risulta affatto o in modo chiaro che del pagamento della tassa di attraversamento siano esclusi i residenti. Si legge infatti testualmente, sia nella narrativa che nel deliberato, la necessità di “ottenere la corresponsione di un corrispettivo in denaro da parte dei veicoli in attraversamento dello Stretto di Messina che transitano lungo la rete stradale cittadina”. Nulla più. Quindi occorrerà specificarlo meglio in sede di deliberazione consiliare. La reintroduzione dell’ecopass è un’occasione troppo ghiotta per non concedere finalmente ai nostri pendolari dello Stretto delle agevolazioni sul prezzo dei biglietti dei vettori pubblici e privati. Pertanto, sperando abbia un parere favorevole da parte del Dirigente, mi farò promotore di un emendamento in Consiglio Comunale, da condividere con chi vorrà sottoscriverlo, finalizzato a stabilire che una percentuale degli introiti dell’ecopass da stabilire successivamente possa essere utilizzata per compensare una eventuale scontistica che le compagnie di navigazione applicherebbero ai pendolari o a tutti i residenti che attraversano lo Stretto. Occorrerà stabilire chi stavolta dovrà provvedere materialmente ad incassare la tassa per una maggiore trasparenza ed efficienza anche nell’avere una immediata liquidità ed esigibilità”.

“Personalmente – conclude Gioveni – ho sempre sostenuto la possibilità che l’incasso avvenga attraverso l’impiego degli ausiliari del traffico e/o comunque direttamente da Palazzo Zanca, per cui anche in questo caso chiederò di valutare questa possibilità. Intanto, però, nelle more di definire il tutto anche con ulteriori migliorie valutando altre proposte, rimane il dato inequivocabile che con questo primo atto di giunta di ieri un grosso passo avanti è stato fatto dal sindaco De Luca, perché non ci possiamo affatto precludere la possibilità di riappropriarci di questo prezioso “tesoretto” da impiegare nel delicato settore della viabilità nonché in tema di pubblica sicurezza”.