Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Partinico. Linea soft a Telejato, indagato per estorsione il paladino antimafia Pino Maniaci

Letto 489 volte

Il direttore di Tele Jato Pino Maniaci
Il direttore di Telejato Pino Maniaci

Denaro e posti di lavoro chiesti e, a quanto pare, ottenuti dal sindaco di Partinico e da quello di Borgetto in cambio di una linea editoriale soft. Queste le accuse che hanno fatto finire sotto inchiesta Pino Maniaci, direttore di Telejato, un televisione di Partinico, in provincia di Palermo.

Stando a quanto scrive il quotidiano La Repubblica nell’edizione di Palermo, il paladino dell’antimafia locale sarebbe iscritto nel registro degli indagati della Procura con l’ipotesi di reato di estorsione.

Un’accusa sconcertante per Maniaci, che da anni denuncia dagli schermi di Telejato episodi criminali e di mafia.

I cani di Maniaci uccisi a dicembre 2014
I cani di Maniaci uccisi a dicembre 2014

Il giornalista, da anni sotto scorta per le numerose minacce e le violenze subite (lettere e telefonate intimidatorie, aggressioni, auto date a fuoco, fino all’uccisione brutale dei suoi due cani il 3 dicembre 2014) sarebbe stato intercettato per caso dai carabinieri e dalle conversazioni sarebbero emerse le richieste ai due sindaci, che pare abbiano già fatto delle ammissioni in tal senso.

Tra le tante inchieste di Telejato, quella sulla gestione dei beni confiscati alle cosche mafiose nella quale sono coinvolti l’ex presidente della sezione misure di prevenzione del Tribunale di Palermo Silvana Saguto (che il CSM ha sospeso da mansioni e stipendio, altri tre magistrati e Gaetano Cappellano Seminara, l’amministratore giudiziario dei beni.

Elisabetta Raffa

Giornalista professionista dal secolo scorso, si divide equamente tra articoli di economia e politica, la cucina vegana, i propri cani, i libri, la musica, il teatro e le serate con gli amici, non necessariamente in quest’ordine. Allergica ai punti e virgola e all’abuso dei due punti, crede fermamente nel congiuntivo e ripete continuamente che gli unici due ausiliari concessi sono essere e avere. La sua frase preferita è: “Se rinasco voglio essere la moglie dell’ispettore Barnaby”.