Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Palermo, dalla cera persa alla ceramica raku: al via gli incontri con gli artigiani della Kalsa

Letto 38 volte

PALERMO. Al via oggi “Incontri e racconti di bottega”, nuova fase del progetto “The human library” promossa dall’Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari di Palermo in collaborazione con ALAB – Associazione Liberi Artigiani Artisti. Fino al prossimo venerdì le botteghe artigiane del quartiere Kalsa – Albergheria della rete dell’ALAB apriranno i propri laboratori e attraverso delle dimostrazioni racconteranno di sé e del proprio lavoro, offrendo una testimonianza del ruolo oggi svolto dai mestieri artigiani e come questi siano un ricco e importante patrimonio immateriale da proteggere, valorizzare e tramandare. Per garantire il rispetto delle norme sul distanziamento fisico imposte dall’emergenza COVID-19, ciascun incontro sarà aperto a un numero massimo di 5 partecipanti che potranno iscriversi contattando i referenti dei laboratori. Oggi, dalle 11 alle 15, “Intaglio su legno” a cura di Giacomo Licciardi, ebanista e intagliatore. Dopo una breve introduzione sulla storia dell’intaglio e delle diverse tipologie di legno adatte all’esecuzione, Licciardi mostrerà le diverse fasi dell’arte dell’intaglio su legno dal disegno sino alla finitura. Info e iscrizioni: sede ALAB (via Divisi 39, Palermo). Domani dalle 10,30 alle 12 “Cera persa” a cura di Insimulab, incontro rivolto a chi vuole approfondire le diverse fasi della realizzazione di un gioiello mediante la tecnica orafa della cera persa, propria della tradizione orafa siciliana e in particolar modo palermitana. Dopo un’introduzione teorica sulla lavorazione della cera e sul suo utilizzo in oreficeria, le artigiane Valeria e Simona dimostreranno in modo pratico le tecniche base e illustreranno le successive fasi di produzione mediante campioni precedentemente creati. Info e iscrizioni: Insimulab – Laboratorio ALAB (piazza Aragona 19/20, Palermo) – Simona Giorlando 388/6918296 – simonagiorlando@gmail.com. Sempre domani, dalle 12 alle 13,30 si svolgerà invece  “Ceramica raku” a cura di Craclè, rivolto a tutti gli appassionati di ceramica raku che vogliano vedere dal vivo come viene lavorata l’argilla al tornio e come nasce la realizzazione di piccoli manufatti quali tazze e ciotole. Durante il laboratorio, gli artigiani Davide e Giulia esporranno la filosofia che sta alla base della lavorazione della ceramica mediante la tecnica raku e dimostreranno praticamente come l’argilla stessa può essere lavorata sia al tornio che con la tecnica del modellato. Per info e iscrizioni:  Insimulab – Laboratorio ALAB (piazza Aragona 19/20 , Palermo) – Davide Calafato 329/1819382; davidecalafato@yahoo.it. Venerdì, dalle 16,30 alle 18, sarà la volta di “Blockprinting: stampa a mano su tessuto” a cura di RIZMA, incontro che prevede una breve introduzione sulla stampa a blocchi, strumenti di lavoro, tipologie di tessuti e inchiostri e una dimostrazione della tecnica del blockprinting. Si tratta di una delle tecniche di stampa a rilievo più antiche al mondo, in cui un disegno viene riportato ed inciso su un blocco di legno che rappresenterà la matrice di stampa. A fine dimostrazione i partecipanti avranno la possibilità di sperimentare e stampare su degli scampoli di tessuto utilizzando delle matrici già intagliate. Info e iscrizioni: Insula – Laboratorio ALAB (piazza Sant’Anna, 3, Palermo) – Bruna Cattano 340/4050989. Info e programma generale: www.ilibrisonouomini.ithttps://www.facebook.com/museoantonio.pasqualino/.

Palermo, dalla cera persa alla ceramica raku: al via gli incontri con gli artigiani della Kalsa
Palermo, dalla cera persa alla ceramica raku: al via gli incontri con gli artigiani della Kalsa
Palermo, dalla cera persa alla ceramica raku: al via gli incontri con gli artigiani della Kalsa
Palermo, dalla cera persa alla ceramica raku: al via gli incontri con gli artigiani della Kalsa