Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Pagamenti ATM, ancora da firmare la delibera di giugno

Letto 68 volte

Giugno sta finendo e della delibera commissariale per l’erogazione del dodicesimo di bilancio da destinare all’Azienda Trasporti non c’è traccia. Il commissario straordinario del Comune di Messina Luigi Croce non l’ha ancora firmata e i lavoratori sono fermi all’acconto di febbraio.

Venerdì, con i 900 mila euro del dodicesimo di maggio (del quale sono stati erogati finora solo 500 mila euro) si dovrebbero poter pagare, il condizionale è d’obbligo, il saldo di febbraio e lo stipendio di marzo.

In ogni caso, ammesso che davvero venerdì prossimo i 598 dipendenti dell’Azienda Trasporti riesco ad avere qualcosa, ad aumentare il clima di incertezza e tensione, contribuisce anche l’ipotesi che con la somma di giugno, un milione 333 mila euro, si potranno pagare soltanto i versamenti previdenziali dei lavoratori, visto che da questo punto di vista l’arretrato ha ormai raggiunto livelli di guardia.

E a tacere non è solo il Comune. Dall’anno scorso l’ATM aspetta dalla Regione Sicilia un contributo di 700 mila euro, dovuto per il contratto degli autoferrotranvieri. Il presidente Rosario Crocetta promette, promette, promette, ma a dispetto delle sue rassicurazioni in città non arriva nulla.

“La situazione è insostenibile -commenta Michele Barresi, segretario generale di Orsa Trasporti Messina. Lo ripetiamo dall’anno scorso, ma le nostre richieste e quelle dei lavoratori sono rimaste lettera morta. L’ATM è davvero una bomba ad orologeria pronta a scoppiare da un momento all’altro, ma chi dovrebbe intervenire non fa nulla per evitarlo. In città si va avanti con 18 autobus e 4 tram e ancora si sta fermi ad aspettare non si da bene cosa, quando si dovrebbe agire rapidamente per il bene non solo dei lavoratori ma anche della collettività”.