Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Orlando chiede a Renzi un tavolo di crisi nazionale per la formazione

Letto 62 volte

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando
Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando

Basta ai ritardi nel mondo della formazione. In rappresentanza dei Comuni dell’Isola il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha inviato un appello al presidente del Consiglio Matteo Renzi e ai ministri del Lavoro Pier Carlo Padoan e dello Sviluppo economico Federica Guidi sostenendo la richiesta presentata dalle organizzazione sindacali.

Orlando chiede l’avvio di un tavolo di crisi nazionale, che sottragga la Formazione “’a un ormai paludoso clima di confusione e rinvii che fanno pagare a un intero comparto i ritardi e le inefficienze della Regione Sicilia”.

 Intanto oggi nelle più importanti città siciliane sono stati organizzati dalla FLC Cgil i sit-in del lavoratori del settore per chiedere soluzioni immediate e concrete ai problemi della formazione professionale.

“Questi ritardi – dice Orlando – finiscono con l’impedire una distinzione fra taluni speculatori e corrotti, che devono rispondere dei danni prodotti, e migliaia di cittadini e lavoratori che hanno diritto di pensare che sia possibile in Sicilia, come avviene in altre regioni a statuto ordinario, accedere ai servizi di formazione e orientamento, che vanno iscritti all’interno di precisi dritti costituzionalmente previsti.

L’istituzione di un tavolo di crisi nazionale è l’unica risposta possibile in una situazione nella quale, nonostante la speciale autonomia regionale, non si è riusciti a realizzare un corretto utilizzo di risorse finanziarie e professionalità umane”.