Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Nasconde di avere l’AIDS alle partner: una muore e altre contagiate, arrestato 55enne a Messina

Letto 1750 volte

MESSINA. I carabinieri della sezione di Polizia Giudiziaria hanno arrestato L.D.D. 55enne messinese. con l’accusa di reato di omicidio e lesioni personali gravissime. Le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Messina sono state avviate condotte a seguito di una denuncia per la morte di una donna malata di A.I.D.S diagnosticata troppo tardi. Le investigazioni volte ad accertare le cause del contagio e della mancata diagnosi,hanno permesso di certificare che l’uomo con lui la vittima aveva avuto una relazione con un periodo di convivenza e con la nascita di un figlio,  era da tempo malato sieropositivo all’ HIV, condizione di cui aveva consapevolezza da diversi anni ma di cui non aveva mai informato le partner. L’uomo aveva infatti avuto diverse relazioni e rapporti senza precauzioni con diverse donne di più province italiane sempre tacendo sulle proprie condizioni. In un precede caso riguardante una donna del nord Italia il 55enne è stato assolto dal reato di lesioni per insufficienza di elementi riguardante la propria sieropositività. La verifica di tale circostanza ha permesso di accusare D.D.L. del probabile reato di omicidio della donna, proprio per averle nascosto la sua sieropositività anche quando la donna ha cominciato a stare male e ad aggravarsi, non consentendole dunque di potersi curare in tempo ed evitare la morte. E’  stato contestato anche il reato di lesioni gravissime ai danni dell’ultima compagna anch’ella ignara della malattia dell’suo ex compagno. L’uomo è stato arrestato e accompagnato in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria e dovrà rispondere dei reati di omicidio e lesioni personali gravissime, secondo quanto disposto dagli articoli 575, 577, 582 e 583 del codice penale.