Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Mozione congelata ma il caso Scilabra infuoca ancora il clima

Letto 58 volte

L'assessore alla Formazione Nelli Scilabra
L’assessore alla Formazione Nelli Scilabra

La mozione di censura da votare all’ARS è stata congelata per qualche giorno, ma continuano le polemiche.

E il presidente della Regione Rosario Crocetta torna al contrattacco: “Smettiamola con queste continue richieste a Nelli Scilabra di fare un passo indietro. Perché non sono fatte nei confronti di quei parlamentari indagati, per esempio per gli scandali sulla formazione, e che sono pronti tra l’altro a votare la mozione di censura all’assessore? E’ proprio un mondo alla rovescia”.

“Chi ruba i soldi  – prosegue Crocetta – deve restare in carica perché tutti sono garantisti e aspettano il terzo grado di giudizio. Nelli che attacca il malaffare nella formazione invece deve fare un passo indietro.

Sulla formazione c’è in atto uno scontro di potere. Ognuno scelga da che parte stare, a giudicare sarà il popolo siciliano. A fare un passo indietro siano gli indagati”. (foto dal web)