Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. ZTL senza controllo da oltre due mesi, Gioveni chiede spiegazioni

Letto 91 volte

Libero Gioveni, consigliere comunale UDC
Libero Gioveni, consigliere comunale UDC

Il consigliere comunale dell’UDC, Libero Gioveni, interviene in merito all’operazione doppia fila che “ha fatto impennare il numero di multe per doppia fila, ma ha penalizzato il servizio di controllo della sosta”.

“Dal 1 dicembre scorso, è partito il servizio di contrasto alla doppia fila, e il controllo – denuncia Gioveni – dei 10 lotti complessivi della ZTL si è dimezzato.  Se quattro  sono scoperti di mattina, addirittura il 50% lo è di pomeriggio”.

Il servizio ordinato agli ausiliari del traffico, riporta in una nota Gioveni –  di mattina copre i lotti 3, 4, 5 (escluso il Vascone), 6, 7, 9 più il Cavallotti e scoperti il lotto 1 Zaera e i lotti 2, 8 e 10. Nelle ore pomeridiane restano scoperti i lotti 1, 2, 5, 8, 10 più il Cavallotti!

“Molto chiara è la volontà dell’azienda  nel voler perseguire soprattutto la lotta alla doppia fila. E se  da un lato sono  aumentati gli introiti attraverso l’operazione task force viabilità dall’altro rischia di diminuire gli introiti dalla  sosta in ZTL che – spiega Gioveni – significa provocare un danno erariale non certamente da poco visto che il numero degli stalli in questione si aggira sulle 800 unità”.

Per risolvere la questione Gioveni sottoporrà alla commissione Viabilità di “tenere conto e dare seguito alla sentenza  n. 22676 del 8 luglio 2009 della Corte di Cassazione, che affida al personale ispettivo delle aziende di trasporto pubblico e dipendenti del Comune il compito di intervenire con le multe nei più disparati casi di sosta selvaggia. Di personale ispettivo, infatti – conclude Gioveni – l’ATM dispone già di 6 o 7 unità che potrebbero essere integrate con personale comunale o con parte di ausiliari del traffico”.