Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Messina Trasporti, CGIL e UIL: “Insufficienti le 70 assunzioni di ATM, chiediamo audizione in I Commissione”

Letto 209 volte

MESSINA. Per FILT CGIL e UlL Trasporti le 70 assunzioni previste dal bando di concorso dell’ATM sono insufficienti, pertanto i sindacati chiedono audizione in I Commissione consiliare. “Come è noto – dichiarano i segretari dei sindacati Carmelo Garufi e Michele Barresi – il Consiglio comunale ha approvato il Contratto triennale 2020-22 dei servizi di trasporto pubblico locale nel Comune di Messina con affidamento in house ad ATM SpA di una produzione chilometrica stimata per l’anno 2020 in 4 milioni 393.000 km bus, più 363.000 per la linea tranviaria, con il progressivo incremento per l’anno 2021 a 5.500.000 km bus e 400.000 su rotaia e per l’anno 2022 a 6 milioni di km bus e 450.000 per la linea tranviaria. Nella relazione economica finanziaria allegata al Contratto di servizio per garantire la produzione di chilometri necessaria si stima che la percentuale nel rapporto “numero autisti rispetto al personale addetto” di ATM dovrebbe risultare nel 2020 del 58,8% fino a salire progressivamente nel 2022 al 64,8%. L’attuale percentuale per il 2020 risulta notevolmente più bassa e resterà inferiore anche con i prossimi innesti di 70 autisti previsti dal bando già in atto, essendo circa 140 gli autisti in forza ad ATM su 420 dipendenti totali”. Le organizzazioni fanno riferimento alla nota di ATM SpA, protocollo 135 del 25 febbraio scorso, con la quale il presidente del CDA rispondeva a CGIL e UIL in merito alla richiesta di chiarimenti sulle assunzioni di autisti in ATM avanzata dalle stesse all’assessore comunale al ramo Salvatore Mondello. “Nella nota su citata – continuano i sindacalisti – il presidente del CDA annunciava l’intenzione societaria di procedere nel breve periodo ad almeno 100 assunzioni di personale autista con due selezioni diversamente formulate: selezione riservata a soggetti di età non superiore a 29 anni (apprendistato professionalizzante) e selezione senza limiti di età (apprendistato di riqualificazione). Riscontriamo che il primo bando di apprendistato professionalizzante per 70 unità è stato avviato, mentre non abbiamo certezza formale dell’avvio del secondo bando con modalità diverse e senza vincoli di età. È palese e urgente a nostro avviso, la necessità di ulteriore personale di guida, perché riscontriamo come si ricorra a turni spezzati e lavoro straordinario con evidenti sacrifici del personale autista: sacrifici che tuttavia non permettono di garantire un servizio quantitativamente sufficiente all’utenza cittadina né di centrare gli obiettivi del contratto di servizio”. Per tale motivo FILT CGIL e UIL trasporti chiedono di essere convocati in audizione in I Commissione consiliare per discutere su cosa intenda fare ATM in merito a successive selezioni senza limiti di età che consentano l’accesso al lavoro di candidati con età superiore ai 29 anni anche con esperienza maturata nel TPL cittadino e quindi utilizzabili in tempi brevi.