Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Niente arcivescovo: dopo Raspanti papa Francesco manda un altro amministratore

Letto 609 volte

Benigno Luigi Papa
Benigno Luigi Papa

Ancora niente arcivescovo per la città dello Stretto. Dopo monsignor Raspanti, papa Francesco ha nominato un altro commissario (definito amministratore apostolico nel comunicato del Vaticano) per l’arcidiocesi metropolitana di Messina, Lipari e Santa Lucia del Mela. Si tratta di monsignor Luigi Benigno Papa, 81 anni, arcivescovo metropolita emerito di Taranto, che arriva in una città dove nella chiesa cattolica gli scandali non sono mancati. A partire dal frate cappuccino pedofilo della parrocchia di San Domenico, trasferito a meditare in un convento del Sud Italia e del quale non si è saputo più nulla. 

Come si legge su Wikipedia, monsignor Papa entrò nei Frati Minori Cappuccini il 30 agosto 1953. Il 25 marzo 1961 fu ordinato sacerdote. Conseguì poi la licenza in Teologia dogmatica alla Pontificia Università Gregoriana due anni dopo, la licenza in Scienze bibliche nel 1965 e la laurea in Teologia biblica presso lo Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme nel 1974. È stato docente e preside dell’Istituto Teologico Interreligioso Pugliese Santa Fara di Bari e docente presso la Pontificia Università Antonianum di Roma.

Il 14 novembre 1981 fu nominato vescovo di Oppido Mamertina-Palmi e l’11 maggio 1990 arcivescovo di Taranto. Fece l’ingresso nell’arcidiocesi il 9 giugno dello stesso anno. In seno alla Conferenza Episcopale Pugliese è stato presidente della Commissione per i problemi sociali e del lavoro, presidente della stessa conferenza episcopale regionale e presidente della Commissione episcopale per il pontificio seminario regionale di Molfetta.

Nell’ambito della Conferenza Episcopale Italiana è stato membro della Commissione mista vescovi-religiosi, presidente della Commissione episcopale per la vita consacrata e presidente della Commissione mista vescovi-religiosi, presidente della Commissione episcopale per la famiglia, nuovamente presidente della Commissione episcopale per la vita consacrata e presidente della Commissione mista vescovi-religiosi, vicepresidente della Conferenza episcopale italiana, per il Sud Italia.

Il 21 novembre 2011 papa Benedetto XVI accolse la sua rinuncia al governo pastorale dell’arcidiocesi di Taranto per raggiunti limiti di età. Oggi, a 81 anni, è stato nominato amministratore apostolico a Messina.