Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. La Buona Novella di Accorinti per gli ex Feluca

Letto 191 volte

Foto Paolo Furrer
Foto Paolo Furrer

Scambio di auguri stamane tra il sindaco Renato Accorinti, accompagnato da una manciata di assessori fra cui il vicesindaco Guido Signorino, Sergio De Cola, Daniele Ialacqua, Gaetano Cacciola e Tonino Perna,  e la stampa.

Gli altri, dicono, sono assenti per motivi familiari, o “sono a lavoro”. “Noi che siamo qua -ironizza Ialacqua- non avevamo niente da fare”.

Tempo di bilanci, o forse no. Perché il sindaco, pur porgendo i consueti auguri di Natale, cassa ogni relazione su quanto fatto nel 2014. “Entro la fine dell’anno -annuncia- diremo tutto quello che abbiamo fatto e diremo anche il nome di chi subentrerà a Cucinotta”.

Atmosfera natalizia e poca voglia di polemiche. “La buona novella che ha cambiato il mondo non è altro che una rivoluzione d’amore -insiste Accorinti, volando alto. Il nostro Vangelo è la Costituzione, tutto quello che si deve fare è per il popolo. Sono straordinariamente felice perché abbiamo fatto tutto correndo tra le sabbie mobili. Io sto qui con tutte le difficoltà, ma ci sto volentieri. E’ un regalo che mi ha fatto la vita, un’opportunità per donare”.

Da sinistra: Le Donne, Accorinti, Barrile, Signorino
Da sinistra: Le Donne, Accorinti, Barrile, Signorino

Una cosa però, il sindaco dell’amore natalizio, ci tiene proprio a ricordarla. “Abbiamo stabilizzato 400 persone, l’altra sera siamo stati qui fino a mezzanotte per la delibera dei 32 vigili”. E lascia la parola all’assessore De Cola per la buona novella del giorno. “Tutti gli ex Feluca saranno assunti. Quattrordici unità dall’Amam e due dall’Atm. Sono stati firmati tutti i documenti perché queste persone tornino a lavorare”.

Spazio anche all’edilizia. “Ieri abbiamo tenuto una riunione con tutto il comparto edilizia – ha detto De Cola. Prevediamo che a gennaio si arrivi in consiglio con la variante di salvaguardia. Per quanto riguarda il Piano Regolatore Generale, adesso che abbiamo tutti i dati sulle cubature consumate, occorre che la commissione preposta nomini il consulente per la seconda fase di realizzazione dello stesso”.

In chiusura è il momento dell’assessore alla Cultura Tonino Perna che non poco tempo fa aveva annunciato dimissioni per mancanza di somme destinate alla sua delega. “Occorre verificare se ci sono fondi europei da poter sfruttare -precisa l’assessore. Qualora non fosse possibile, farò risparmiare i 1.347 euro di busta paga che ricevo dal Comune”.

Barrile e Accorinti
Barrile e Accorinti

Il blocco della Corte dei Conti su qualsiasi spesa non consentirà i festeggiamenti di Capodanno. “E’ scandaloso: abbiamo tanti gruppi disposti a esibirsi gratis, ma non abbiamo i soldi per service e SIAE, che chiaramente non possono pagare loro”. I fondi necessari per garantire una notte di musica ammontano a 5 mila euro per il service e a 3.600 euro l’ora di autorizzazioni SIAE che l’Aasessorato non può permettersi. Natale con i tuoi, recita un noto detto. Capodanno anche, sembrerebbe.

A fine conferenza stampa la Giunta ha raggiunto la presidente del Consiglio comunale Emilia Barrile, che nel frattempo formalizzava i personali auguri di Natale agli altri consiglieri e ai giornalisti.

Francesca Duca

Ventinovenne, aspirante giornalista, docente, speaker radiofonica. Dopo una breve parentesi a Chicago, torna a preferire le acque blu dello Stretto a quelle del lago Michigan. In redazione si è aggiudicata il titolo di "Nostra signora degli ultimi" per interviste e approfondimenti su tematiche sociali che riguardano anziani, immigrati, diritti civili e dell'infanzia.Ultimamente si è cimentata in analisi politiche sulle vicende che animano i corridoi di Palazzo Zanca.