Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Due piani della Foscolo saranno dismessi dal patrimonio scolastico

Letto 95 volte

Incontro proposto dall’assessore Panarello, a Messina per trovare una soluzione sulla scuola Foscolo. Da ristrutturare il primo piano, da dismettere il resto.

L’assessore alla pubblica istruzione, Patrizia Panarello, ha tenuto ieri una riunione per discutere sulle problematiche della scuola Ugo Foscolo presenti il sindaco, Renato Accorinti, gli assessori Daniele Ialacqua e Tonino Perna, il preside Rosario Abate, il dirigente alle politiche culturali ed educative, Salvatore De Francesco, l’architetto Rosa Antonuccio,  il presidente della V Circoscrizione, Santino Morabito, una rappresentanza del movimento CMDB, cambiamo Messina dal basso e rappresentanti del Collettivo Teatro Pinelli .

Il preside Abate, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo n.12 Battisti Foscolo, non si assume nessuna responsabilità del plesso attualmente occupato abusivamente dai membri del Collettivo Teatro Pinelli.  Ribadisce che nel caso in cui dovessero avvenire incidenti o infortuni a persone o distrazione del materiale didattico e archivistico, declina ogni responsabilità visto che la permanenza nei locali del plesso della scuola Foscolo è avvenuta senza la sua preventiva autorizzazione. Mentre il dirigente De Francesco  fa presente che, non essendo il plesso dismesso ma solo interdetto momentaneamente alle attività didattiche, sono ancora attive le utenze Enel, Amam, telefonica e dunque né lui né il preside Abate possono essere ritenuti responsabili del loro attuale consumo abusivo.

Panarello ha spiegato che, tramite delibera di Giunta, si dismetteranno il primo e secondo piano dal patrimonio immobiliare scolastico. Mentre primo piano e palestra resteranno a disposizione dell’Istituto comprensivo. Giovedì 15 gennaio si procederà a un sopralluogo per una valutazione dei lavori necessari per ottenere l’agibilità dei locali da restituire agli studenti.

I due piani del plesso, una volta dismessi, invece passeranno alla competenza dell’assessore al Patrimonio, in assenza di un regolamento sui beni comunali bisognerà procedere alla predisposizione di un bando pubblico che tenga conto,  come suggerito l’architetto Luciano Marabello.

Il presidente della V Circoscrizione Morabito  ha suggerito  un accordo con il Collettivo Teatro Pinelli per portare avanti progetti concreti di sussidiarietà sul territorio relativi alla cultura, all’arte, all’istruzione e alla formazione. L’accordo dovrebbe prevedere un’autorizzazione da parte dell’Amministrazione in cambio di un’assunzione di responsabilità da parte degli occupanti ed eventualmente della circoscrizione.

 L’assessore Panarello si è impegnata a riconvocare un tavolo tecnico la prossima settimana, dopo un sopralluogo.

Armando Montalto

Tra la metà dei Novanta e i primi Duemila ha cambiato città, paese e occupazione con la rapidità di un colibrì. Insomma, questo quarantenne messinese, dopo aver fatto consegne a Canal Street, parlato in nome della UE, letto Saramago, tirato sassi sul Canal Saint Martin e bevuto fiumi di birra ha deciso. Tornare a casa, mettere su famiglia e la testa a posto. Oggi si divide tra libri, mare e famiglia. Intanto, prova a scrivere e a raccontare Messina.