Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Bordonaro al buio tra vandali e microcriminalità

Letto 1354 volte

Bordonaro_al_buio6Bordonaro al buio dal 2013. Da quasi tre anni nel popoloso quartiere della zona sud di Messina i punti luce dell’illuminazione pubblica sono rarissimi e a farla da padroni sono vandali e piccoli criminali, mentre dal calar del sole gli abitanti della zona sono costretti agli arresti domiciliari. Una situazione che sembra senza via d’uscita, con un continuo rimpallo di responsabilità tra Comune e IACP, mentre i due enti non fanno nulla e sostengono che la responsabilità della mancanza di illuminazione non è di propria competenza.

La denuncia arriva da Romina De Leo, che da una quindicina di anni vive nelle Case Gialle di Bordonaro. “La mancanza di illuminazione è un disservizio ormai cronico che turba la tranquillità di tutti gli abitanti -spiega a Sicilians- e nelle ore serali crea i presupposti per un ambiente malsano. Nell’oscurità i vandali e la piccola criminalità agiscono indisturbati. I rischi che dobbiamo affrontare sono tanti. Durante la notte aumenta la probabilità che si verifichino incidenti stradali anche gravi, per non parlare poi del periodo invernale, quando il buio arriva prima e il maltempo pregiudica ulteriormente la visibilità degli automobilisti. Siamo costretti a tenere in casa i nostri figli, che invece vorrebbero, giustamente, stare fuori a giocare con gli amici”.

Proprio per i bambini del quartiere non più di un anno fa è stata inaugurata una piccola area attrezzata, ma mai resa effettivamente disponibile. “Hanno chiamato i nostri bambini vandali solo perché hanno utilizzato un’area che avrebbe dovuto esser loro dedicata e che invece è stata loro negata. Ma i nostri ragazzi hanno diritto di giocare come tutti gli altri”. Nonostante le numerosissime richieste di intervento presentate dai residenti sia a Palazzo Zanca che all’Istituto Autonomo Case Popolari, non è ancora giunta alcuna risposta ufficiale: “Non sappiamo più a chi rivolgerci -commenta la signora De Leo. Stiamo provando a contattare tutte le istituzioni potenzialmente coinvolte, ma queste non fanno altro che rimbalzare tra loro la responsabilità di questo stato di cose”. E mentre si cerca di capire a chi compete la manutenzione dell’impianto di pubblica illuminazione, Bordonaro continua a rimanere al buio.

#Messina. Bordonaro al buio tra vandali e microcriminalità
#Messina. Bordonaro al buio tra vandali e microcriminalità
#Messina. Bordonaro al buio tra vandali e microcriminalità
#Messina. Bordonaro al buio tra vandali e microcriminalità
#Messina. Bordonaro al buio tra vandali e microcriminalità
#Messina. Bordonaro al buio tra vandali e microcriminalità
#Messina. Bordonaro al buio tra vandali e microcriminalità
#Messina. Bordonaro al buio tra vandali e microcriminalità
#Messina. Bordonaro al buio tra vandali e microcriminalità
#Messina. Bordonaro al buio tra vandali e microcriminalità
#Messina. Bordonaro al buio tra vandali e microcriminalità
#Messina. Bordonaro al buio tra vandali e microcriminalità

Roberto Minasi

Ritenuto per anni una leggenda metropolitana, è stato avvistato mentre tentava di intrufolarsi a Sicilians. Ce l'ha fatta. Gli esperti ritengono che la sua dieta sia composta da film, libri, musica e videogames. Il foglio bianco è il suo habitat naturale, dove si diverte a scorrazzare libero, tracciando segni che alcuni studiosi stanno tentando di decifrare. Si sconsiglia di avvicinarlo, potrebbe mordere.