Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Bisconte-Catarratti: topi, blatte e degrado

Letto 458 volte

Torrente_Bisconte-Catarratti2Il torrente Bisconte-Catarratti è una palude e i residenti della zona vivono gravi situazioni di disagio in attesa che l’amministrazione Accorinti intervenga. A denunciarlo in una nota inviata al sindaco Renato Accorinti, agli assessori all’Ambiente Daniele Ialacqua, ai Lavori Pubblici Sergio De Cola e alla Protezione Civile Sebastiano Pino e ai Dirigenti il Dipartimento Sanità Domenico Signorelli e Verde Pubblico Domenico Manna è il consigliere del III Quartiere Alessandro Cacciotto. “Il 5 maggio scorso avevo inoltrato una nota chiedendo di predisporre urgentemente, in attesa della copertura, un intervento di pulizia, disinfestazione e derattizzazione del torrente Bisconte-Catarratti dal momento che la situazione igienico-sanitaria dei popolosi villaggi, soprattutto con l’imminente arrivo del caldo, è arrivata a raggiungere tetti massimi di criticità e disagio al limite del vivere civile, scongiurando altresì qualsiasi ipotesi di rischio per la pubblica incolumità a causa di materiale di ogni tipo che ormai ha invaso il letto del torrente -ricorda Cacciotto. Alla nota è stato dato riscontro, con delle risposte che mettono in evidenza un vero e proprio balletto di competenze. Non si vuole assolutamente essere ironici, quanto piuttosto fotografare una situazione alla luce dei riscontri avuti.

Con nota prot. N. 124236, l’assessore all’Ambiente, riscontrando la nota del sottoscritto risponde testualmente: “ A seguito della nota del Consigliere della III^ Circoscrizione A. Cacciotto, si chiede ad ognuno per la parte di competenza, al fine di evitare qualunque rischio per la privata e pubblica incolumità, a voler verificare e provvedere, con cortese sollecitudine a quanto segnalato”. La nota dell’Assessore viene inoltrata al sottoscritto, al Sindaco e all’Assessore alla Protezione Civile per conoscenza, mentre i destinatari sono: Messinambiente, i Dirigenti alla Protezione Civile  e alla Sanità – Ambiente.

Torrente_Bisconte-Catarratti1Con nota prot. 147864 del 01.06.2016, il dirigente al Dipartimento Sanità e Ambiente, in riscontro alla nota dell’assessore Ialacqua, indirizzata anche al sottoscritto e p.c. all’Ufficio di Gabinetto del Sindaco, risponde facendo sostanzialmente presente che le problematiche dei torrenti cittadini, per quel che concerne gli scarichi presenti, è stata emessa un ordinanza sindacale n. 31 del 02.02.2016 a carico dell’AMAM. Per quanto riguarda invece la vegetazione presente nei torrenti, con note prot. n. 118375 del 03.05.2016 e n. 140299 del 25.05.2016, è stato chiesto all’Ufficio di Gabinetto del Sindaco la convocazione urgente di un tavolo tecnico e con nota prot. n. 140111 del 25.05.2016 è stato chiesto a Messinambiente di comunicare gli interventi di rimozione rifiuti eseguiti sui torrenti cittadini.

Non c’è ombra di dubbio che il Dipartimento Ambiente e Sanità abbia più volte sollecitato a tutti i soggetti interessati un tavolo tecnico per la bonifica dei torrenti cittadini, tra cui il torrente Bisconte-Catarratti, ma è evidente la constatazione che nonostante la buona volontà, tutto è rimasto fermo. Un vero e proprio balletto di competenze. Il letto del torrente Bisconte-Catarratti è una bomba ecologica, un agglomerato di degrado, con i cittadini costretti ormai da anni a conviverci.

E poi parliamo di hotspot? Ecco perché il sottoscritto consigliere, reitera la richiesta di un intervento urgente di bonifica del torrente soprattutto adesso che la stagione estiva è iniziata. I cittadini sono ormai al collasso, non riescono a stare in maniera decorosa all’interno delle proprie abitazioni: insetti di ogni tipo, blatte, topi, materiale di risulta, tanto per fare alcuni esempi, sono una cornice indegna per i residenti”. Cacciotto chiede al sindaco Accorinti la convocazione urgente di un tavolo tecnico e l’avvio immediato dei lavori di bonifica del torrente Bisconte-Catarratti.