Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Barcellona, in Consiglio la sfiducia al sindaco Collica

Letto 1438 volte

Foto Carmelo Amato
Foto Carmelo Amato

La seduta è stata convocata per le 19. Inizia mezz’ora dopo. L’Aula è affollatissima e la tensione è palpabile.

Si discute la mozione di sfiducia al sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto Maria Teresa Collica.

A firmare il documento i consiglieri Giuseppe Sottile, Tonino Sottile, Carmelo Materia, Mariano Bucolo, Gianluca Sidoti, Sebastiano Migliore, Venerita Mirabile, Sebastiano Aronica, Nicola Tripaldi, Paolo Calabrò e Massimo Alosi e dal presidente del Consiglio Angelo Paride Pino.

Si aprono i lavori e per far passare la mozione sono sufficienti 20 voti. Se si fa la conta ci sono, ma andare a casa nel caso in cui la mozione di sfiducia dovesse passare non è una prospettiva allettante per nessuno.

L'aula del Consiglio Comunale di Barcellona
L’aula del Consiglio Comunale di Barcellona

Neanche per chi l’ha proposta. Diversi consiglieri prendono al parola. Poi tocca al sindaco Collica.

Ancora altri interventi e poco prima di mezzanotte arriva la seconda sospensione dei lavori su richiesta di Calamuneri del PD.

Aggiornamento 00.19 

La seduta è ripresa. Gli interventi dei consiglieri si susseguono e il rischio sfiducia è alto. 

ha collaborato Carmelo Amato

 

Elisabetta Raffa

Giornalista professionista dal secolo scorso, si divide equamente tra articoli di economia e politica, la cucina vegana, i propri cani, i libri, la musica, il teatro e le serate con gli amici, non necessariamente in quest’ordine. Allergica ai punti e virgola e all’abuso dei due punti, crede fermamente nel congiuntivo e ripete continuamente che gli unici due ausiliari concessi sono essere e avere. La sua frase preferita è: “Se rinasco voglio essere la moglie dell’ispettore Barnaby”.