Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Altri problemi a Calatabiano, la città di nuovo senza acqua TUTTE LE ZONE SENZA ACQUA

Letto 1212 volte

Riparazione condotta Fiumefreddo 27-10-2015 dMessina di nuovo senza acqua. Sembra che si sia verificata un’altra frana a Calatabiano, nello stesso punto della precedente.

Sul posto la squadra dell’AMAM, presente 24 ore su 24, per capire cosa sia successo e come intervenire.

Aggiornamento 16.48

Dal Comune: “Vi sarà una distribuzione razionata delle risorse idriche provenienti dall’Acquedotto Santissima, dall’erogazione ridotta dell’Alcantara e dei pozzi cittadini. L’AMAM comunica, in particolare, in base alla proiezione e sulla scorta di precedenti situazioni emergenziali e di simulazioni, che le zone che potrebbero subire maggiori disagi sono CEP, MINISSALE, ANNUNZIATA ALTA (ctr Citola e ctr Sorba), CASTANEA, GIOSTRA (Villa Lina, Santa Chiara, Villaggio Svizzero), SAN LICANDRO (zona alta), GIAMPILIERI SUPERIORE, MILI SAN MARCO, TORRENTE TRAPANI (zona alta) ZAFFERIA (ctr. Macchia), SANTA LUCIA SOPRA CONTESSE (zona alta), OSPEDALE PAPARDO, ISTITUTO ORTOPEDICO SCALABRINO, MASSE (San Giorgio, Santa Lucia, San Nicola), FARO SUPERIORE (Luvarazzi, Torre Faro, Ganzirri). Per i casi di particolare emergenza che interessano persone anziane e disabili non assistite, può essere contattato, dalle ore 7 alle 24, il numero telefonico 0907724110 o inviato un fax al numero 090694888 (specificando nome, cognome, indirizzo, recapito telefonico e motivo della richiesta) o una mail all’indirizzoautoparco@comune.messina.it .

Aggiornamento 12.47

Dalla Prefettura: “Si è tenuta oggi alle 11 la riunione preannunciata nella comunicazione precedente. Da tale confronto è emersa la gravità dello smottamento che insiste sulla condotta idrica lesionata. 

Si è verificata una nuova rottura nel medesimo punto e conseguentemente, appare indefettibile l’attuazione in tempi rapidissimi delle opere di consolidamento della collina e di ancoraggio della condotta. 

E’ stata ripristinata l’unità di crisi in Prefettura e già oggi pomeriggio è prevista una riunione volta a pianificare la distribuzione dell’acqua alla popolazione a mezzo di autobotti, atteso che il bypass di collegamento alla condotta proveniente dall’Alcantara, la cui attivazione è prevista per lo stesso pomeriggio, consentirà un approvvigionamento idrico pari a un terzo della portata attuale. 

Un’altra riunione dedicata all’individuazione delle misure urgenti per il ripristino dei luoghi è stata convocata per le 16. A tale riunione parteciperanno anche il Presidente della Regione Siciliana, il Capo della Protezione Civile Nazionale ed il Capo della Protezione Civile Regionale. 

Della situazione è stata informata la Prefettura di Catania, atteso che il territorio interessato dalla frana è in quella provincia. A tale proposito è stata altresì assicurata la presenza alla programmata riunione dell’Ingegnere Capo del Genio Civile di Catania e è stato richiesto l’intervento del Sindaco di Calatabiano. Si sensibilizza la popolazione ad un uso oculato e parsimonioso delle risorse idriche attualmente disponibili. 

Aggiornamento 11.29

Dal Comune: “L’Amministrazione comunale, in seguito a una nuova interruzione della conduttura Fiumefreddo presso Calatabiano, ha scritto una nota alla Prefettura di Messina e agli altri soggetti interessati:  “Alle 8.20 di questa mattina il presidio di monitoraggio dei luoghi interessati dal cedimento e dalla riparazione della conduttura dell’acquedotto ”Fiumefreddo”, garantito dall’AMAM in continuità nell’arco delle 24 ore, ha rilevato un avvallamento del terreno e una fuoriuscita d’acqua dai dreni appositamente lasciati dopo la riparazione.

L’AMAM ha sospeso l’immissione di acqua e ha immediatamente inviato sul luogo i dirigenti tecnici per valutare lo stato dei fatti. Allo stesso tempo si è immediatamente contattata SiciliAcque per attivare con la massima urgenza il bypass approntato nei giorni scorsi. Le verifiche effettuate hanno riscontrato l’esistenza in atto di un nuovo movimento franoso a monte, che interessa anche la zona della condotta, la quale è risultata nuovamente danneggiata dall’evento. Al momento sussiste pericolo e ogni intervento è stato sospeso. Si conferma che SiciliAcque ha garantito l’invio entro le ore 12 di una squadra per il completamento dell’intervento di bypass, secondo quanto concordato nei giorni scorsi”.

Aggiornamento 11.16

Dalla Prefettura. “Circa un’ora fa si è avuta notizia di un altro inconveniente verificatosi nella condotta idrica che serve il Comune di Messina.

In particolare, sembrerebbe essersi verificato, sempre nel territorio di Calatabiano, una fuoriuscita di acqua dal sistema di drenaggio, con avvallamento del terreno. E’ stata sospesa l’erogazione idrica e si sta provvedendo all’attivazione del bypass (quello con l’Alcantara, ndr) che però ha una portata corrispondente a un terzo del fabbisogno cittadino.

I tecnici presenti sul posto stanno verificando se trattasi di rottura o lesione. Viste le condizioni precarie del terreno su cui poggia la condotta, divengono urgenti le attività di ancoraggio della condotta stessa e di consolidamento della collina, peraltro già segnalate al Comune di Messina, all’Azienda erogatrice delle risorse idriche e alla Protezione civile regionale.

E’ stata già attivata l’unità di crisi in Prefettura e alle 11 è stata convocata una riunione per fare il punto della situazione. Si fa riserva di fornire ulteriori aggiornamenti”.

Roberto Minasi

Ritenuto per anni una leggenda metropolitana, è stato avvistato mentre tentava di intrufolarsi a Sicilians. Ce l'ha fatta. Gli esperti ritengono che la sua dieta sia composta da film, libri, musica e videogames. Il foglio bianco è il suo habitat naturale, dove si diverte a scorrazzare libero, tracciando segni che alcuni studiosi stanno tentando di decifrare. Si sconsiglia di avvicinarlo, potrebbe mordere.