Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Medicina e dintorni. Nuove tecniche di diagnosi prenatale

Letto 75 volte

Diagnosi prenatale (diagnosiprenatale.com)Strumenti sempre più all’avanguardia per la diagnosi prenatale, in grado di diagnosticare dal 60% all’80% delle malattie genetiche di cui il feto potrebbe essere affetto.

La nuova tecnica si chiama Next generation prenatal diagnosis (NGPD). Un’amniocentesi o villocentesi genomica di ultima generazione, già ribattezzata come la super amniocentesi, messa a punto da un gruppo di ricercatori della società scientifica Italian college of fetal maternal medicine. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Journal of prenatal medicine.

“Con la nuova amniocentesi genomica – spiegano i ricercatori – è possibile identificare centinaia di patologie del feto, passando da circa il 7% di malattie ad oggi diagnosticabili con la classica amniocentesi all’80%. Un tempo amniocentesi e villocentesi erano in grado di analizzare solo il numero dei cromosomi – ha sottolineato il segretario generale Sidip Claudio Giorlandino – oggi con la nuova tecnica è possibile studiarne l’intima struttura. Si possono così escludere, oltre alle anomalie cromosomiche più comuni, anche le più gravi e rare patologie genetiche, dalle cardiopatie alle malattie cerebrali, ai nanismi, alle forme di autismo, ai ritardi mentali”.