Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#LegaPro. Pagelle Vibonese-Messina: impeccabili

Letto 330 volte

Il pareggio di Vibo permette al Messina di salvarsi aritmeticamente anche con l’eventuale penalizzazione di due punti che dovrebbe arrivare in settimana per il nodo fideiussione. I ragazzi di Lucarelli hanno giocato una partita senza cali di concentrazione, impedendo di fatto ai padroni di casa un qualsiasi attacco alla porta di Berardi eccezion fatta per uno svarione di Sanseverino che però non ha sortito alcun effetto. Il 3-5-2 riproposto dal tecnico livornese ha dato i suoi frutti, e il forcing degli ultimi minuti da parte dei padroni di casa è risultato sterile. Nei prossimi giorni arriverà il pagellone di fine anno.

PAGELLE MESSINA

Berardi, 6.5 – Sempre sugli attenti, riesce a neutralizzare tutti i palloni che passano da quelle parti. Uno dei punti fermi di questo Messina.

Maccarrone, Rea, De Vito, 7 – Il trio difensivo è risultato decisivo per tutto il match, spazzando via tutte le potenziali occasioni da gol della Vibonese. Ogni singolo elemento del reparto si è distinto per presenza fisica e mentale, facendo spiccare l’esperienza, fondamentale in partito di questo tipo.

Foto Antonio Maimone

Grifoni, 6.5 – Spinge meno del dovuto, ma in fase di copertura risponde presente. Valore aggiunto in questo finale di stagione.

Da Silva, 6.5 – Quando il Messina riparte in contropiede c’è sempre il suo zampino. Crea il panico nel centrocampo avversario e per poco non segna un gran gol nella ripresa.

Musacci, 6.5 – Si fa notare meno dei compagni di squadra, ma compie una partita precisa e senza sbavature.

Capua, 6.5 – Determinato, in queste ultime due partite si è fatto trovare presente dopo un periodo nel quale ha giocato meno. Duttile.

Sanseverino, 6 – Svarione mastodontico a parte di inizio ripresa, dà un contributo importante in fase difensiva.

Milinkovic, 6.5 – Partita volta più al sacrificio, questo comporta meno presenza in zona gol, ma fa di tutto per farsi notare, e lo fa alla grande. Riceve una sberla incredibile nel primo tempo, ma ci vuole ben altro per fermarlo.

Anastasi, 6.5 – Anche per l’attaccante la presenza in zona gol viene meno, ma in fase di ripartenza è essenziale facendo da sponda per i compagni e recuperando palloni importanti. Valore aggiunto, potrebbe però essere la sua ultima partita con il Messina.

Foto Antonio Maimone

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.