Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#LegaPro. Pagelle Messina-Vibonese: finalmente Milinkovic

Letto 294 volte

Torna a vincere il Messina, che al San Filippo batte 3-0 la Vibonese e conquista tre punti fondamentali per la classifica, che vede in questo momento la squadra di Lucarelli fuori dalla zona play-out. Non è stata una prestazione eccezionale da parte dei peloritani, passati in vantaggio grazie a uno sfortunato autogol di Usai. Da lì in poi il Messina ha preso coraggio e ha chiuso la pratica grazie a un ritrovato Milinkovic, che dopo mesi di attesa è tornato protagonista fornendo gli assist decisivi per le reti di Maccarrone e Pozzebon, altra firma importante dopo le critiche delle ultime settimane.

Berardi, 6 – Normale amministrazione. Contro uno dei peggiori attacchi d’Europa non rischia quasi nulla, tranne qualche brivido iniziale grazie a un ispirato Cogliati.

1-palumbo
Palumbo (foto Antonio Maimone)

Palumbo, 4.5 – Sembra decisamente fuori forma: dalle sue parti Cogliati fa quello che vuole, e viene sostituito nel primo tempo anche per un colpo ricevuto. Peggiore prestazione da parte sua non ce la ricordiamo.

Maccarrone, 6.5 – Un piccolo svarione nel primo tempo non influisce sul risultato della partita. Piazza la zampata decisiva nella ripresa per portare il Messina sul 2-0.

Rea, 6 – Nel primo tempo ha un bel da fare causato da Cogliati e Saraniti, mentre nella ripresa non rischia praticamente niente.

De Vito, 6 – In crescita nel finale di partita, ha sbagliato qualche controllo di troppo, non favorito dalle condizioni disastrose del campo.

Musacci, 5.5 – Ancora al di sotto della aspettative. Nel primo tempo sbaglia un sacco di passaggi. Cresce un po’ nella ripresa, ma è troppo poco.

Nardini, 6 – Buon primo tempo, riesce a tenere a galla un centrocampo facilmente scavalcato dalla Vibonese. Nella ripresa cala inevitabilmente, ma nel complesso una buona partita.

Foto Antonio Maimone
Foto Antonio Maimone

Foresta, 6.5 – Pur non tirando praticamente mai in porta, dai suoi piedi partono le azioni più pericolose del Messina, compreso il gol dell’1-0. Prende un giallo forse evitabile, ma esce tra gli applausi del pubblico.

Madonia, 5.5 – Non è stata la sua miglior partita.

Milinkovic, 7 – Se lo merita, perché i tre gol nascono dai suoi piedi. Fortunato nel primo, preciso nel secondo, delizioso nel terzo con l’assist per Pozzebon. Dovrebbe essere sempre così, riscatta un primo tempo al di sotto delle aspettative con una ripresa di alto livello.

1-esultanza
Foto Antonio Maimone

Pozzebon, 6.5 – Torna al gol dopo un lungo periodo di astinenza e una serie di critiche. La qualità dell’attaccante non si discute, e speriamo che per il futuro questo gol sia di buon auspicio.

Ionut, 6 – Entra nel primo tempo al posto di Palumbo. Impreciso in certe situazioni, riesce comunque a limitare gli avversari in quella zona, specialmente nella ripresa.

Bruno, 6.5 – Subentrato a Madonia nella ripresa prende per mano la difesa, facendo anche ottime incursioni offensive.

Mancini, 6 – Bene da quando è entrato al posto di Foresta. La sua qualità può fare la differenza nei minuti finali di partita.

IL MIGLIORE DELLA VIBONESE

Cogliati, 6 – Fa quello che vuole nel primo tempo, creando occasioni da gol per la sua squadra. Cala un po’ nella ripresa, riuscendo a concludere una sola volta verso la rete senza però creare problemi a Berardi.

Foto Antonio Maimone
Foto Antonio Maimone

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.