Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#LegaPro. Catania-Messina: Pozzebon lampo nel deserto

Letto 400 volte

Altro giro, altra sconfitta in un derby. Il Messina cade a Catania sotto i colpi di Di Grazia, autore di una tripletta e assoluto protagonista di una partita in cui la difesa è stata per larghi tratti inguardabile. Tanta confusione, poche idee e il solo Pozzebon capace di caricare sulle proprie spalle una squadra ancora una volta al di sotto degli standard della Lega Pro. Confusione che passa inevitabilmente anche per il mister, forse poco seguito da un gruppo che è stato costruito al di sotto delle aspettative di tifosi e addetti ai lavori.

Berardi, 6 – Incolpevole sui gol, cerca di tenere in piedi la baracca con interventi di assoluto livello, ma non basta, specialmente quando sei costretto a intervenire almeno dieci volte a partita.

Mileto, Bruno, Palumbo, De Vito, 4 – La difesa è stata da mani nei capelli, come sempre del resto: cambiano alcuni uomini, fa piacere rivedere Palumbo, ma ancora è nettamente fuori condizione. Mileto è di una lentezza disumana per fare il terzino, Bruno e De Vito al di sotto delle aspettative. Il rientro di Rea può davvero recuperare questa situazione disastrosa?

Francesco Mileto (foto Elena Anna Andronico)
Francesco Mileto (foto Elena Anna Andronico)

Musacci, 5 – Era difficile fare peggio dell’ultima volta, ma ancora lontanissimo dal giocatore che tutti si aspettano.

Lazar e Capua, 4 – C’erano?

Mancini, 6 – Prova a fare qualcosa di importante usando la classe che certamente non gli manca, ma è poco supportato dal resto della squadra.

Ferri, 5 – Al di sotto delle attese, non può certamente sostituire Milinkovic.

Pozzebon, 7 – Grinta e tanta voglia di fare, è questo che si chiede alla squadra, specialmente in un derby così importante, ma gli evidenti limiti tecnici sono impossibili da colmare per molti degli elementi evidentemente. Difesa catanese tutt’altro che imperforabile a parte, è autore di un bel gol e di un paio di giocate di assoluto livello, traversa che trema ancora compresa.

Demiro Pozzebon (foto Elena Anna Andronico)
Demiro Pozzebon (foto Elena Anna Andronico)

Madonia, 5 – Il suo ingresso in campo non incide minimamente.

Gaetano, S.V.

Marra, 5 – Lasciare a casa Milinkovic in una partita così importante sia per il Messina che per il suo futuro è probabilmente un errore, nonostante la scelta sia assolutamente di natura tecnica, ma il valore del giocatore in una squadra non eccelsa è certamente importante. Con questo Messina comunque può fare molto poco.

Catania: Pisseri 6, Parisi 6, Bergamelli 6, Gil 5, Djordjevic 6, Bucolo 6.5, Biagianti 5.5, Di Cecco 5.5, Di Grazia 8.5, Calil 6.5, Barisic 5. Sostituti: Russotto 6.5, Silva S.V., Scoppa S.V.

Andrea Di Grazia (foto calciocatania.com)
Andrea Di Grazia (foto calciocatania.com)

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.