Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

La “Giornata contro l’anemia mediterranea” al Papardo-Piemonte

Letto 103 volte

Anche Messina scende in campo contro l’anemia mediterranea. Sabato si celebra la Giornata Internazionale per la prevenzione di questa patologia e l’Azienda Ospedaliera Papardo-Piemonte ha aderito al Thalassemia Day.

Il Laboratorio di Analisi, diretto dal dottor Giuseppe Falliti, aprirà le porte sabato mattina non solo per eseguire gratuitamente i test ma anche per fornire informazioni e consulenza genetica.

Testimonial del Thalassemia Day Stefania Petix e Fiorello. L’evento è organizzato dall’Associazione per la ricerca Piera Cutino Onlus e l’utenza interessata è quella femminile di età compresa tra i 14 e i 45 anni, le donne in gravidanza ed i familiari di pazienti che siano portatori sani.

Per sottoporsi ai test sarà sufficiente presentarsi sabato 11 maggio dalle 8 alle 12.30 presso i laboratori degli ospedali Papardo e Piemonte dove, grazie al Decreto Regionale 33 del 2007 le prove saranno effettuate gratuitamente.

“La talassemia o anemia mediterranea -spiega il dottor Falliti- è una malattia ereditaria che si manifesta come una grave forma di anemia causata da un difetto genetico che impedisce all’emoglobina, la proteina contenuta nei globuli rossi, di trasportare l’ossigeno alle diverse cellule dell’organismo. Per questa malattia si distinguono due condizioni: il portatore sano ed il paziente talassemico. I pazienti affetti da questa grave anemia sono costretti per tutta la vita a sottoporsi a continue trasfusioni e ad una quotidiana terapia farmacologica per eliminare il ferro in eccesso che si accumula nei diversi organi”.

In Italia ci sono 2 milioni e mezzo di portatori sani. Di questi, mezzo milione vive in Sicilia e anche se chi soffre di questa patologia è in buona salute, l’unione tra talassemici dà alte probabilità di generare figli affetti da talassemia.