Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Immigrazione clandestina: arrestati un italiano e un tunisino

Letto 100 volte

Mongi ben Salh Ourfelli
Matteo Blundo

Ieri pomeriggio gli agenti della Squadra Mobile e delle Volanti della Questura di Messina hanno arrestato Matteo Blundo (Francoforte (SR), 51 anni) e Mongi Ben Salah Ourfelli (tunisino, ma residente a Priolo (SR), 58 anni).

Entrambi pregiudicati, i due sono accusati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Ieri la Questura di Siracusa ha segnalato alla Sala Operativa di Messina due furgoni sospetti con a bordo una ventina di stranieri, che si erano allontanati da un centro di accoglienza di Priolo,  diretti verso una non precisata località del Nord Italia.

Immediatamente sono state avviate intense ricerche che hanno permesso di intercettare e bloccare i mezzi segnalati nei pressi della rada San Francesco. A bordo 20 siriani, 4 dei quali minori.

Dagli accertamenti effettuati e dalle dichiarazioni raccolte è emerso che nel corso della mattina gli extracomunitari erano stati avvicinati dagli autisti fermati, che approfittando delle loro condizioni si sono offerti di accompagnarli a Milano, in cambio di 1.500 euro per ciascun autista: 500 subito e il resto una volta a destinazione.

Durante la perquisizione personale su Blundo e Ourfelli è stato riscontrato che i due erano in possesso del denaro già consegnato.

I due uomini sono stati arrestati e su disposizione del Sostituto Procuratore Anna Maria Arena sono stati condotti nel carcere di Messina Gazzi.