Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Il PD accusa: Crocetta vuole privatizzare l’acqua

Letto 54 volte

Il presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta

Crocetta vuole privatizzare l’acqua in Sicilia, il PD si oppone e scoppia l’ennesima grana. “Il braccio di ferro oggi  in IV Commissione ARS tra Governo e  parlamentari del Partito Democratico sulla necessità di approfondire l’articolo 3 del Ddl  sulla gestione dell’acqua presentato da Crocetta, ha nettamente mostrato le posizioni riguardo alla ripubblicizzazione delle risorse idriche -denunciano i parlamentari PD.

Alla domanda dell’assessore Marino su quale sia la differenza tra il suo disegno di legge e il nostro, la risposta non può che essere che il PD vuole che la gestione delle risorse idriche sia affidata ad Aziende municipalizzate, consorzi di Comuni e Comuni, mentre nel testo del Governo l’unica  ipotesi è quella di una gestione centralizzata da affidare ai privati”.

La denuncia è del presidente del gruppo parlamentare dei Democratici Baldo Gucciardi, affiancato dai componenti PD la IV Commissione Marika Cirone Di Marco,  Concetta Raia, Fabrizio Ferrandelli, Gianfranco Vullo e dai parlamentari presenti alla riunione Mariella Maggio, Antonella Milazzo e Giovanni Panepinto.

“Vorremmo ricordare all’assessore -sottolineano i parlamentari-  che durante la campagna elettorale per le ultime regionali il presidente Crocetta ha certamente espresso tesi diverse da quelle contenute nel Ddl oggi proposto al Parlamento. Con tutto il rispetto per l’assessore Marino, non pare esista alcuna assonanza tra il programma di Governo, che il Pd ha contribuito a scrivere, e i comportamenti in IV commissione che mostrano solo un tentativo di abbraccio tra l’assessore ed il PDL.

E’ difficile comprendere -continuano- anche la reale opinione di deputati del Movimento 5 stelle che,  in linea di principio sono per l’acqua pubblica, ma nella realtà  sembrano essere fautori dell’acqua pubblica gestita da privati. Una confusione che  coinvolge anche l’MPA con 3 deputati a favore della ripubblicizzazione e l’onorevole Di Mauro, rigoroso custode del pensiero dell’assessore Marino. La sagra dell’ipocrisia – concludono Gucciardi, Di Marco, Raia, Ferrandelli, Vullo, Maggio, Milazzo e Panepinto- volge al termine. In maniera netta il PD è coerentemente a favore dell’acqua pubblica, dicano gli altri gruppi, a partire dal Megafono e da Movimento 5 stelle, da che parte stanno”.