Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Cronaca. Messina, operazione “Quartieri Sicuri”: cinque denunce e una multa di 200.000 euro

Letto 361 volte

MESSINA. La scorsa settimana non è sfuggita ai consueti e intensi controlli delle Volanti della Questura peloritana, che da nord a sud hanno operato con la collaborazione del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale conformemente all’ormai noto progetto Quartieri Sicuri. Viale Giostra, Villa Lina, Fondo Basile, Santa Lucia Sopra Contesse, villaggio Aldisio, piazza della Repubblica, piazza Cairoli, Villa Dante sono solo alcune delle zone monitorate dagli operatori di polizia. 5 le persone denunciate: una per riciclaggio di autovettura prontamente sequestrata; un’altra per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e minacce ai danni della convivente; un’altra ancora per coltivazione di droga; una per danneggiamento e l’ultima, un posteggiatore abusivo, per inosservanza di DASPO urbano. Eseguita anche l’ordinanza cautelare di custodia in carcere per il reato di furto in abitazione contestato a Lorenzo Spadaro, personaggio già noto alle forze dell’ordine per fatti analoghi relativamente ai quali era già stato arrestato dagli operatori delle Volanti.

Numerosi i verbali elevati per infrazioni al codice della strada così come altrettanto numerosi i controlli su persone e veicoli. Specifici servizi volti al contrasto del gioco illegale sono stati effettuati nei giorni scorsi dalla Squadra Mobile nelle sale scommesse e circoli sportivi cittadini. In particolare il sopralluogo effettuato in uno di questi, presente nella zona sud ha permesso di rilevare la presenza di 9 apparecchi, di cui 5 slot machine, perfettamente funzionanti e privi delle autorizzazioni previste dalla normativa vigente, dei codici identificativi e dei numeri seriali. I poliziotti hanno proceduto al sequestro delle apparecchiature e a quello delle somme di denaro rinvenute all’interno, sanzionando altresì il titolare per oltre 200.000 euro.