Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Confcommercio bacchetta Accorinti per l’ordinanza anti TIR

Letto 96 volte

Il presidente di Confcommercio Carmelo Picciotto durante una conferenza stampa

Anche Confcommercio Messina insorge contro la nuova ordinanza anti TIR del sindaco Renato Accorinti.

Il provvedimento è definito un atto d’imperio e l’associazione datoriale si sta già attrezzando con i propri avvocati per chiedere un risarcimento per il danno economico che deriverà dal dispositivo in vigore ieri.

“Abbiamo letto con molta attenzione l’ultima ordinanza sindacale del nostro stimato primo cittadino Renato Accorinti a proposito della sua battaglia delle battaglie contro l’attraversamento diurno dei mezzi pesanti che sbarcano al molo Norimberga -dichiara Carmelo Picciotto, presidente della Confcommercio messinese.

Si ha l’impressione di un ulteriore atto d’imperio, camuffato da un presunto regime di emergenza, che vede i commercianti come vittime sacrificali di uno scontro che non li riguarda.

Per il bene dell’apparato economico cittadino, all’interno del quale i commercianti da sempre pesano in termini evidenti, riteniamo che imposizioni di chiusure forzate anche in orari che apparentemente possono essere considerati marginali, incrementeranno ulteriormente le perdite commerciali delle ditte destinatarie del provvedimento.

Per tale motivo è stato dato incarico ai consulenti legali di Confcommercio di coordinare gli associati per quantificare il valore medio degli incassi del periodo oggetto di elisione imposto dall’ordinanza sindacale, per avviare un’azione nelle sedi competenti a risarcimento del danno subito dalle attività commerciali colpite dal provvedimento del sindaco Renato Accorinti”.

A nome degli iscritti di Confcommercio Picciotto si dichiara disponibile ad un confronto per concordare “adeguate compensazioni rispetto agli attuali balzelli comunali, a parziale risarcimento del danno subito dalla categoria”.

Francesca Duca

Ventinovenne, aspirante giornalista, docente, speaker radiofonica. Dopo una breve parentesi a Chicago, torna a preferire le acque blu dello Stretto a quelle del lago Michigan. In redazione si è aggiudicata il titolo di "Nostra signora degli ultimi" per interviste e approfondimenti su tematiche sociali che riguardano anziani, immigrati, diritti civili e dell'infanzia.Ultimamente si è cimentata in analisi politiche sulle vicende che animano i corridoi di Palazzo Zanca.