Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Calcio. Le pagelle di Andria-Messina: Berardi saracinesca

Letto 267 volte

Foto Antonio Maimone
Foto Antonio Maimone

Il Messina esce vittorioso sul campo della capolista Andria grazie alla rete di Barraco sul calcio di rigore. I ragazzi di Di Napoli hanno svolto un lavoro eccellente, ma devono ringraziare anche il portiere Berardi, in versione saracinesca, autore di alcune parate spettacolari e determinanti per il risultato finale.

PAGELLE MESSINA

Berardi, 7.5 – Questi tre punti sono in gran parte merito suo: compie alcune parate eccezionali, soprattutto all’80’ su un calcio di punizione di Strambelli. Poi altre uscite e chiusure di altra categoria. Continua a dare sicurezza a tutta la squadra. Indispensabile.

Frabotta, 6 – Non rischia nulla dalle sue parti e compie la sua onesta partita. Non fa nulla di eccezionale, ma anche lui come i suoi compagni contribuisce alla vittoria finale non commettendo sbavature.

Burzigotti e Palumbo, 6.5 – Se il Messina è momentaneamente primo in classifica lo deve soprattutto al reparto arretrato: tre gol subiti in sette partite, miglior difesa del campionato e tutti bravi a ricoprire questo ruolo, compreso anche Martinelli squalificato ovviamente. Hanno approcciato alla grande questa stagione.

De Vito, 6 – Continua il suo ottimo momento. Nessuna sbavatura e buon contenimento. Il Messina rischia poco se non dai calci piazzati, e questo è merito anche dei terzini.

Giorgione, 6.5 – Solita partita di corsa per il mediano: è instancabile. Non sappiamo più come definirlo, ogni partita è una conferma.

Zanini, 6.5 – Non è decisivo come settimana scorsa, ma questo ragazzo ha classe da vendere. E’ il colpo che mancava al centrocampo del Messina.

Baccolo, 6 – Non una grande prestazione contro il Matera, questa volta si riscatta alla grande. Per la seconda volta consecutiva Di Napoli lo preferisce a Fornito, con buoni risultati. In grande crescita.

Cocuzza, 6 – Soffre un po’ sulla fascia, ma è la solita partita di sacrificio. Per il Messina lui farebbe anche il portiere, e solo questo è meritevole quantomeno della sufficienza ad ogni partita.

Diogo Tavares, 6 – Non la migliore prestazione da quando è in riva allo Stretto, ma nota di merito innanzitutto per il rigore procurato da vero attaccante, e poi da notare gli 84 minuti giocati. Sta piano piano trovando la forma fisica tanto attesa.

Barraco, 7 – Primo gol in giallorosso e partita d’attacco per il 10 del Messina. Finalmente anche lui comincia a far vedere di che pasta è fatto. Non fosse per Berardi, sarebbe il migliore in campo.

Salvemini, 6 – Gioca una buona mezz’ora nella ripresa e fa il suo onesto lavoro. Niente di trascendentale, ma nessuna sbavatura per il giocatore pugliese.

Parisi, 6.5 – Entra in campo dopo anni di inattività e si mette subito a disposizione del Messina in fase difensiva. Di Napoli lo schiererà spesso al centro della difesa, e spazza via la qualunque. Tenta un calcio di punizione senza fortuna, ma Ale è tornato.

IL MIGLIORE DELLA FIDELIS ANDRIA

Cortellini, 6.5 – Il suo sinistro è un pericolo costante, specialmente nei calci piazzati. Sfiora il gol nella ripresa su punizione, ma Berardi è insuperabile.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.