Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

ARS, slittate le mozioni di censura a Scilabra e Vancheri

Letto 65 volte

Il presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta (Foto Paolo Furrer)
Il presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta (Foto Paolo Furrer)

Rinviate a data da destinarsi le  mozioni di censura agli assessori Nelli Scilabra e Linda Vancheri previste per oggi.

Quello che si profila come  il momento del redde rationem per il governo Crocetta e la maggioranza nell’aula dell’Assemblea regionale, è slittato, come deciso dalla conferenza dei capigruppo.

A votare per il rinvio sono stati i partiti di maggioranza. Contrari invece Forza Italia, Pid-Cantiere popolare, NCD e Cinque Stelle.

La motivazione ufficiale è che bisogna prima ottemperare all’obbligo del giuramento a Sala d’Ercole del neo deputato Pippo Gennuso e del giuramento bis degli altri siracusani, dopo le recenti elezioni regionali aretusee. E, prima ancora, occorre aspettare la proclamazione ufficiale degli eletti. Qualsiasi atto e votazione sarebbero risultati nulli.

Il capogruppo del Movimento Cinque Stelle Valentina Zafarana: “Noi abbiamo votato contro il rinvio. E ho chiesto di far verificare agli uffici se si può lavorare in questo modo o meno. Non possiamo rimanere sospesi da metà settembre in attesa di un chiarimento. Si è trattato solo di un pretesto per la maggioranza, per riuscire a sistemare le proprie questioni politiche”.