Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Ambiente. Il documentario “Mare Nostrum, lo Stretto di Messina” in onda su Rai Storia

Letto 587 volte

Oggi alle 21.10 su Rai Storia, canale 54 del digitale terrestre e 23 del TivùSat, andrà in onda Mare Nostrum, format originale prodotto da Rai Cultura, con l’ultima tappa dedicata allo Stretto di Messina. Ideato da Eugenio Farioli Vecchioli, Gianluca Miligi e Davide Savelli, a cura di Paola Principato, il contenitore comprende dieci documentari che raccontano l’identità marittima di altrettante località italiane: Trieste, Riviera Romagnola, Taranto, Gela, Stretto di Messina, Napoli, Cagliari, Roma, Livorno e Genova. Mare Nostrum proporrà stasera un affascinante viaggio nello Stretto di Messina, lo Scilla e Cariddi narrato dal visionario romanzo di Stefano D’Arrigo, Horcynus Orca. Un viaggio tra mito, natura, letteratura e storia, con uno sguardo sull’intricato rapporto tra le due città che hanno sposato lo Stretto, Messina e Reggio Calabria, divise da un braccio di mare. Il documentario, con la regia di Pasquale d’Aiello, la collaborazione di Vincenzo Reale e le riprese di Salvatore Butticè, proporrà per Messina le interviste di Giuseppe Restifo (docente di Storia Moderna dell’Università), Nicola Aricò (storico dell’architettura), Marina A. Arena (urbanista dell’ateneo messinese), Gaetano Giunta (presidente Fondazione Horcynus Orca) e Giacomo Iapichino, comandante navi traghetto RFI. Previsti anche gli interventi dalla sponda calabrese di Carmelo Malacrino, (direttore del Museo Nazionale Archeologico), Franco Arcidiaco, giornalista ed editore, Pino Toscano, giornalista e Filippo Perina dell’associazione culturale Chianalea di Scilla.