Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Via libera dell’ARS alla doppia preferenza di genere. Il ddl passa con 52 voti favorevoli

Letto 49 volte

Palazzo dei Normanni, sede dell'ARS

Con 52 voti a favore e 18 contrari alle 23.39 passa all’ARS la doppia preferenza di genere. I consigli comunali si tingeranno di rosa già dalle prossime amministrative. Una seduta lunga e complessa, con diverse interruzioni, iniziata poco prima delle 5 del pomeriggio.

C’è chi, come il messinese Formica, teme addirittura infiltrazioni mafiose grazie a questa nuova normativa, punto questo sul quale anche i grillini non voglio mollare.

Alla fine si fa sintesi e arriva il compromesso: i parlamentari approvano solo l’articolo che riguarda le pari opportunità, rinviando la riforma vera e propria della legge elettorale.  Resta quindi da vedere se ci saranno schede diverse per il sindaco ed i consiglieri o se si modificherà la soglia di sbarramento.

Voto  contrario da parte dei grillini, che temono il controllo del voto. Nonostante le dichiarazioni, arriva invece il sostegno del centrodestra.

“Fin dall’inizio avevamo indicato questa strada -commenta Baldo Giucciardi, capogruppo PD all’ARS. Approviamo subito la norma sulla doppia preferenza di genere e discutiamo la correzione della legge elettorale nei modi e nei tempi adeguati, all’indomani delle elezioni di giugno. La Sicilia ha compiuto un passo avanti straordinario sul piano dei diritti civili e delle pari opportunità – aggiunge Gucciardi. Un risultato voluto con forza dal PD, in sintonia con il governo Crocetta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.