Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Un altro scandalo travolge il Gruppo Franza: sequestro di navi, beni e denaro per presunta truffa alla Regione

Letto 1870 volte

MESSINA. Un altro scandalo travolge il Gruppo Franza. Dopo gli arresti del 18 dicembre scorso a Villa San Giovanni che hanno decapitato i vertici calabresi della holding, oggi tocca alla sponda siciliana. Tre traghetti della NGI, una controllata della holding, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza. Sono le navi Pace, Caronte e Ulisse, impiegate nei collegamenti La Maddalena-Palau, Trapani-Isole Egadi e Palermo-Ustica. Le Fiamme Gialle hanno posto sotto sequestro anche somme di denaro, beni mobili ed immobili e quote societarie per oltre 3,5 milioni di euro. I reati ipotizzati sono truffa per il conseguimento di pubbliche erogazioni, falsità ideologica e frode nelle pubbliche forniture ai danni della Regione Siciliana. Le indagini hanno consentito di accertare che la nave Pace presenta gravi carenze tecniche e strutturali a causa delle quali “non è assolutamente possibile trasportare in sicurezza persone a mobilità ridotta, come previsto dal bando che la NGI SpA si era aggiudicata nel 2015. Inoltre -si legge ancora nella nota della Guardia di Finanza- si sono verificati nel tempo sostituzioni irregolari del traghetto designato con le navi Caronte e Ulisse, anch’essi carenti dei requisiti previsti per il trasporto delle persone a mobilità ridotta”.

Dalla holding hanno diramato un comunicato per spiegare la posizione dell’azienda che Sicilians ha deciso di non pubblicare perché chi lo firma non è un giornalista iscritto all’albo.

 

 

Elisabetta Raffa

Giornalista professionista dal secolo scorso, si divide equamente tra articoli di economia e politica, la cucina vegana, i propri cani, i libri, la musica, il teatro e le serate con gli amici, non necessariamente in quest’ordine. Allergica ai punti e virgola e all’abuso dei due punti, crede fermamente nel congiuntivo e ripete continuamente che gli unici due ausiliari concessi sono essere e avere. La sua frase preferita è: “Se rinasco voglio essere la moglie dell’ispettore Barnaby”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.