Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Trapani. A Mazara revocata l’ordinanza per sostituire l’ATO

Letto 383 volte

Immondizia_spazzatura_Mazara_del_ValloA Mazara del Vallo, in provincia di Trapani, la raccolta dei rifiuti si è trasformata in uno scontro tra l’Amministrazione comunale e l’Ato Belice, società incaricata della raccolta.

Il, 30 marzo,  il sindaco della città Nicola Cristaldi, aveva esercitato il potere sostitutivo. In pratica l’Ato Belice, per affrontare l’emergenza rifiuti, è sostituito nelle sue funzioni dal Comune.  Ma la situazione è stata nuovamente ribaltata.

“Ho revocato l’ordinanza che prevedeva l’intervento del Comune in via sostitutiva e sussidiaria per il mancato servizio di raccolta dei rifiuti da parte dell’Ato Belice Ambientespiega il sindaco di Mazara del Vallo Nicolò Cristaldi – in quanto la stessa società ha iniziato la rimozione della spazzatura nel territorio, ed avendo assicurato, informalmente, l’eliminazione delle residue criticità nelle prossime ore, facendo venir meno il pericolo igienico sanitario che si era determinato con l’alta quantità di rifiuti presenti nelle strade e nel territorio della Città”.

Tale intervento dell’Ato Belice, secondo Cristaldi, si sarebbe potuto attuare prima e non sarebbe nata alcuna frizione tra il Comune e lo stesso ATO.

“Il nostro auspicio – conclude il sindaco Cristaldi – è che non abbia a ripetersi una situazione similare a quella che abbiamo sopportato nei giorni scorsi e se dovesse ripetersi la situazione alla base della mia ordinanza, revocata, non esiterò ad adottare ogni mezzo consentito dalla legge per assicurare i corretti livelli di igienicità e di salute pubblica”.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.