Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Spaccio di droga a Messina: arrestato 24enne incensurato

Letto 1439 volte

MESSINA. I Carabinieri della Stazione di Messina Gazzi hanno arrestato in flagranza di reato l’incensurato P. M. (24 anni), ritenuto responsabile del reato produzione, detenzione e traffico di droga. Nel pomeriggio di ieri è scattata l’operazione antidroga nel rione San Giovannello, dove da alcuni giorni i militari dell’Arma seguivano i movimenti sospetti nei pressi dell’abitazione del giovane. Dopo diversi appostamenti, i militari della Stazione di Gazzi hanno fatto irruzione in casa e hanno effettuato una perquisizione rinvenendo e sequestrando oltre 16 chili di marijuana e 32 grammi di cocaina. Lo stupefacente, confezionato in diversi involucri, era nascosto in parte in un locale adibito a cabina armadio, un ulteriore quantitativo era conservato in una borsa frigo nella cucina dell’appartamento mentre la maggior parte era detenuta nella cantina dell’abitazione dove i militari hanno rinvenuto due grossi borsoni di colore nero con all’interno 19 involucri in cellophane sottovuoto contenenti marijuana.

Nel corso della perquisizione, sempre all’interno della cantina, i carabinieri hanno notato una finestra che non affacciava all’esterno ed era parzialmente occultata dal materiale depositato. Insospettiti, i militari hanno verificato che questa apertura dava accesso a un’intercapedine adibita all’essiccazione e al confezionamento dello stupefacente nella quale erano installate delle lampade a incandescenza che illuminavano e riscaldavano il locale ed erano ancora appesi a fili di nylon dei residui di rami e foglie morfologicamente riconducibili a quelle della cannabis sativa.

Nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti anche due bilancini di precisione, una piastra per il confezionamento sottovuoto e oltre 2.000 euro in contanti in banconote di vario taglio, ritenuti il provento dell’attività illecita. L’uomo è stato arrestato per produzione e detenzione di droga a fini di spaccio e trattenuto nelle camere di sicurezza, in attesa di comparire davanti al Giudice del Tribunale di Messina per il rito direttissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.