Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Palermo. Trasporti pubblici senza fondi, sit-in di protesta dell’AST

Letto 66 volte

ASTUn sit-in di protesta e 4 ore di sciopero. Sul piede di guerra il personale dell’Azienda siciliana trasporti.

“L’AST è un’azienda pubblica che deve avere un ruolo strategico per la Regione. Serve una discontinuità rispetto al passato per rilanciare il trasporto pubblico locale e rintuzzare i frequenti attacchi degli operatori privati”.

Lo ha dichiarato Antonino La Barbera, segretario regionale Cobas settore Trasporti, che stamattina ha partecipato al sit-in indetto dai sindacati di categoria davanti alla sede della presidenza della Regione.

Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Cobas, Ugl e Faisa Cisal hanno proclamato per venerdì 14 novembre uno sciopero di 4 ore di tutto il personale AST.

“Già da oggi, giorno in cui il presidente Crocetta presenta la nuova Giunta, – ha detto La Barbera – lanciamo un appello ai neo assessori all’Economia e ai Trasporti affinché l’azienda sia rafforzata. Dopo anni di tagli e politiche che hanno depotenziato l’AST, auspichiamo che nella legge di stabilità regionale siano inserite risorse adeguate per uscire fuori da una situazione di grave criticità finanziaria”.

Antonio Maimone

Laureato in giornalismo all'Università di Messina. Ha sempre avuto la passione per il calcio e per lo sport in generale. Ha collaborato con diverse redazioni sportive e per Sicilians vi porterà all'interno di tutte le realtà sportive locali e regionali, facendo ogni tanto qualche passaggio in cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.