Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Orrore all’ospedale Fogliani di Milazzo: il cadavere di un paziente pieno di pidocchi

Letto 2954 volte

MESSINA. Un solo giorno di ricovero in una struttura a Mistretta. Poi il blocco renale e la corsa all’ospedale Fogliani di Milazzo il 2 agosto scorso, dove lo ricoverano nel reparto di terapia intensiva. La morte arriva il 3 ottobre, ma il peggio deve ancora venire per un 56enne malato di SLA. A scoprirlo i parenti che accorrono al nosocomio mamertino subito dopo il decesso. Entrano nell’obitorio e lo trovano vestito e apparentemente sistemato, poi l’orrore e la rabbia: il corpo del loro caro brulica di pidocchi. Immediata la reazione del figlio, che gira un video e denuncia tutto alla Polizia.

L’ospedale Fogliani di Milazzo

“Siamo molto turbati per quanto è accaduto -spiega a Sicilians il legale della famiglia del 56enne, l’avvocato Vincenzo Iofrida di Riposto. È inaccettabile che nel 2019 succedano cose del genere. Nessuno vuole speculare su questa storia, ma chi ha sbagliato deve pagare. Le responsabilità, probabilmente non sanitarie, devono essere accertate”.

Elisabetta Raffa

Giornalista professionista dal secolo scorso, si divide equamente tra articoli di economia e politica, la cucina vegana, i propri cani, i libri, la musica, il teatro e le serate con gli amici, non necessariamente in quest’ordine. Allergica ai punti e virgola e all’abuso dei due punti, crede fermamente nel congiuntivo e ripete continuamente che gli unici due ausiliari concessi sono essere e avere. La sua frase preferita è: “Se rinasco voglio essere la moglie dell’ispettore Barnaby”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.