Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Meteo. Inizio di settimana condizionato dai venti meridionali, tornerà il freddo nel weekend

Letto 425 volte

Dopo le piogge e il vento freddo di sabato, domenica ha riportato un pò di tranquillità atmosferica. E’ andata nettamente meglio a sud dello Stretto di Messina, segnatamente verso lo Ionio con grandi spazi soleggiati ed un mare assolutamente calmo e cristallino. Mare molto mosso invece nel basso Tirreno per mare in scaduta dopo la maestralata di Sabato, qui le nubi ancora sono state irregolari e ancora diffuse verso la Calabria tirrenica.

A corredo ecco come si è mostrata la riviera di Santa Margherita, nel litorale ionico messinese a pochi chilometri a sud della città.

Tempo previsto da Lunedì a Mercoledì

Una vasta saccatura di matrice nord atlantica, con obiettivo Isola Iberica e Mediterraneo occidentale, richiamerà un sostenuto flusso di correnti libecciali sui mari italiani.

Nello Stretto di Messina pertanto subentreranno venti tesi da sud, prevalentemente ostro (sud pieno) già dal mattino ma tendente a divenire teso dal pomeriggio. Il tratto più ventoso sarà come sempre il settore compreso tra Ganzirri, Capo Peloro e Mortelle mentre lo Stretto di Messina si mostrerà mosso con creste spumeggianti. Vento meridionale anche in tutto lo Ionio ma con intensità inferiore, ecco il motivo per cui non ci aspettiamo alcuna mareggiata degna di nota verso i litorali esposti. Solo un incremento del moto ondoso contenuto che non desterà preoccupazioni soprattutto per quei tratti soggetti a fenomeni erosivi.

Raffiche consistenti anche lungo le vallate tirreniche della Sicilia settentrionale, qui i venti di caduta favonici saranno responsabili di un forte incremento termico rispetto alle altre zone. Temperature in aumento ovviamente in quota oltre che nei bassi strati, molta neve caduta negli ultimi giorni sui rilievi siciliani oltre che sull’Etna andrà via.

Non sono attese precipitazioni per il nostro territorio anche se i cieli non si mostreranno sempre sgombri da nubi. Velature e pulviscolo sahariano sporcheranno la volta celeste.

I venti meridionali/libecciali saranno presenti fino a mercoledì 13, mentre dal tardo pomeriggio/sera il ponente dovrebbe subentrare al flusso mite apportando nubi irregolari sul Tirreno e una flessione termica.

Tendenze a lungo termine

Analizzando le mappe sfornate dai principali modelli di calcolo si evince come il prossimo weekend possa essere seriamente compromesso da una nuova saccatura di matrice artico polare, stavolta con obiettivo il nostro Paese. Se le mappe saranno confermate, tanto maltempo sabato e domenica anche nello Stretto di Messina e sul nord Sicilia con piogge, rovesci, crollo termico e neve sui rilievi. Un quadro invernale in grande stile che merita ovviamente ulteriori conferme.

Foto di copertina di Antonio Aloisi.

 

Autore: Salvatore Filloramo
Fonte: Stretto Meteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.