Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Meteo. Pochi giorni all’inizio dell’autunno: l’estate entrerà in crisi?

Letto 523 volte

Manca davvero poco per salutare uno dei mesi d’agosto tra i più belli, stabili e graditi dai Siciliani in vacanza e non solo. A stento si ricorda un finale d’estate così, senza alcuna minaccia di pioggia o temporale guasta feste, così come la lunga serie di giornate caratterizzate da condizioni meteo marine ottimali per la navigazione. Un via vai senza sosta verso le Eolie, dove si è registrato un boom di presenze, ma tutte le località marine e le isole sono state sempre frequentate da natanti ed imbarcazioni di ogni genere e stazza proprio grazie al mare quasi sempre calmo o poco mosso.

In tutto questo purtroppo i soliti siti, peraltro noti per i titoloni a effetto, hanno fatto spaventare un po’ tutti per l’arrivo di Polifemo, un altro temibile mostro che avrebbe apportato caldo e afa infernale ovunque, cosa che poi non si è verificato soprattutto dalle nostre parti e in tutte le località che già nel corso di questa lunga estate hanno fatto rilevare temperature molto elevate.

Poi c’è stato il caso squalo. Un temibile predatore assassino pronto a inghiottire più bagnanti possibile nella zona antistante a Sant’Agata, la voce s’è sparsa rapidamente tanto che sussisteva più ansia nella nostra litoranea che nella barriera corallina.

Detto questo, manca poco per salutare definitivamente quest’estate meteorologica e con essa tutta la serie di sciocchezze lanciate nel web. Ebbene, il primo break estivo dalle nostre parti potrebbe giungere proprio dal 3 settembre, quando sui nostri mari transiterà un fronte temporalesco che interesserà le nostre Regioni da ovest verso est. Dalla Francia ed attraverso la valle del Rodano giungerà aria molto fresca ed una goccia fredda destinata ad interessare prima il nord e il mar Ligure, poi le aree centrali e i contrasti termici in gioco saranno importanti. In gioco ci sono tanta energia potenziale, calore superficiale marina alle stelle e umidità accumulata nei bassi strati pronti a trasformarsi in energia cinetica, quindi cumulonembi temibili e tutta la fenomenologia a corredo. Inizierà ufficialmente quel periodo in cui si dovrà navigare a vista, quel periodo tipico in cui le applicazioni dei vostri smartphone inizieranno a dare i numeri, cambiando opinione ogni ora.

La ferita potrebbe essere la prima di una lunga serie in quanto difficilmente si ripristinerebbero le condizioni stabili che da molti mesi stiamo vivendo, ma di questo ne riparleremo nei prossimi bollettini. Ricordiamo che non a caso con l’inizio del mese di settembre inizia ufficialmente l’autunno meteorologico, una data convenzionale scelta per via delle prime configurazioni autunnali nel nostro emisfero. Cessata l’estate 2017 sarà tempo di bilanci, analisi e considerazioni, vi saranno tanti spunti interessanti tanto che non sarà un’estate che passerà indenne sotto molti punti di vista, in primis la siccità e le devastazioni incendiarie.

Fonte: Stretto Meteo.