Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Il Messina vuole sfatare il tabù casalingo con il Foggia

Letto 69 volte

Giorgio Corona (Foto Paolo Furrer)
Giorgio Corona (Foto Paolo Furrer)

Non è una partita come tutte le altre quella tra Messina e Foggia. Le due squadre si affronteranno domani allo Stadio San Filippo nel match valido per l’undicesima giornata di campionato.

I peloritani negli ultimi scontri interni con i rossoneri non hanno avuto vita facile: il Messina non vince in terra sicula dalla stagione 1985-1986, con Schillaci e Catalano assoluti protagonisti.

Da quel momento per i giallorossi soltanto sconfitte, l’ultima risale alla stagione scorsa, quando i pugliesi si imposero con un secco 3-0 al San Filippo.

Il momento del Messina è favorevole. I giallorossi vengono da quattro risultati utili consecutivi, forti di due vittorie e due pareggi, mostrando partita dopo partita quel carattere mancante nelle prime giornate di campionato.

Grassadonia dovrebbe schierare la formazione tipo, con le uniche eccezioni di Altobello e Nigro, che hanno svolto un lavoro differenziato negli ultimi giorni e quindi in dubbio per domani.

Il Foggia precede il Messina di due punti in classifica, e la squadra di De Zerbi è determinata a continuare il trend favorevole in terra sicula. I pugliesi non perdono dalla quarta giornata, subendo due reti in trasferta dalla capolista Benevento. Sette giorni fa ottimo pareggio casalingo col Catanzaro, dimostrazione del buon momento di forma dei rossoneri.

Domani al San Filippo si affrontano dunque due squadre in forma, lo stop settimanale del Messina contro la Salernitana in Coppa non ha destato particolari preoccupazioni nell’ambiente, consapevole dell’ottima prova dei peloritani nonostante la sconfitta. Calcio d’inizio alle 14.30.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.