Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Un numero sbagliato e un Pronto Soccorso Sociale che non esiste

Letto 570 volte

Il comunicato cancellato
Il comunicato cancellato

Un numero di cellulare attivo solo dopo le 18 e un Pronto Soccorso Sociale che non esiste. Stamane l’amministrazione Accorinti ha fatto pubblicare un comunicato stampa (poi fatto sparire) con il titolo Emergenza idrica: Pronto Soccorso Sociale per casi gravi relativamente ad anziani e disabili.

La nota forniva un numero al quale rivolgersi, attribuendolo appunto al Pronto Soccorso Sociale. Peccato però, come la redazione di Sicilians ha verificato più volte nel corso della mattinata anche grazie alle segnalazioni dei lettori, che il numero sia quello della reperibilità delle assistenti sociali e che sia attivo solo dopo le 18. Il Pronto Soccorso Sociale, invece, semplicemente non esiste.

Un paio di telefonate intercorse con l’assessore ai Servizi Sociali Nina Santisi ci hanno permesso di appurare che intorno alle 12.30 la stessa era convinta dell’esistenza del Pronto Soccorso Sociale, attribuendone le funzioni al numero di cellulare destinato alle emergenze. Le diciamo anche che chiamando il numero indicato nel comunicato stampa risponde un’assistente sociale che gentilmente spiega che quel numero è per le emergenze posteriori alle 18 e che non sa nulla di quanto c’è scritto nella nota. “Non capisco cosa sia successo -ci dichiara l’asessore Santisi. Avevo concordato tutto con la dirigente Pollicino. Mi chiami tra un po’ e le farò sapere”.

Dopo le 13.30, alla seconda telefonata, finalmente convinta che il Pronto Soccorso Sociale (del quale si favoleggia da anni e anni ma che non è mai stato creato) non esiste e preso atto che quel numero è destinato alle emergenze che si verificano dopo le 18, l’assessore spiega che “forse nella concitazione della mattinata è stata fatta confusione. Quel numero serve a chi ha gravi problemi e non a chi vuole sapere quando tornerà l’acqua e se sono stati risolti i problemi, perché l’assessorato competente è quello della Protezione Civile”.

Giusto. Però il numero adesso è sparito insieme al comunicato stampa. E resta il fatto che ancora una volta la città ha subito la mancanza di coordinamento di Palazzo Zanca in tema di comunicazione, vecchio problema denunciato più volte. Il comunicato stampa è stato fatto sparire. Ne resta traccia solo nello screenshot che pubblichiamo e nei post su Facebook dei messinesi che cercavano di capire cosa stesse succedendo. Intanto in città è stata avvistata l’inviata di Striscia la notizia Stefania Petix e in molti confidano nel potere del TG satirico per ottenere l’aiuto richiesto invano da 6 giorni a questa parte.

Elisabetta Raffa

Giornalista professionista dal secolo scorso, si divide equamente tra articoli di economia e politica, la cucina vegana, i propri cani, i libri, la musica, il teatro e le serate con gli amici, non necessariamente in quest’ordine. Allergica ai punti e virgola e all’abuso dei due punti, crede fermamente nel congiuntivo e ripete continuamente che gli unici due ausiliari concessi sono essere e avere. La sua frase preferita è: “Se rinasco voglio essere la moglie dell’ispettore Barnaby”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.