Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Messina, sospetto coronavirus al Papardo: ma i primi test rivelano influenza di tipo B

Letto 4913 volte

MESSINA. Un caso sospetto di coronavirus mette in allarme l’ospedale Papardo. Si tratta di un camionista di Lodi, che oggi si è recato al nosocomio, presentando febbre alta e tosse. Il test per individuarne l’eventuale presenza è stato già inviato a Catania e domani si dovrebbe avere il responso. Intanto, il laboratorio di analisi del Papardo gli ha fatto altri test, i cosiddetti test di esclusione, per vedere se il paziente fosse positivo ad altro. Per fortuna, e questo fa ben sperare per il responso che arriverà da Catania, il camionista è risultato affetto da influenza di tipo B. Da quanto ha raccontato al personale del Papardo, pare che ieri, in prima battuta, si fosse recato al Policlinico, dove però gli avrebbero detto di andare a casa, di rivolgersi al proprio medico curante o di chiamare il 112 o il 1500, ma in ogni caso non lo avrebbero neanche fatto entrare. Impossibile contattare la direzione sanitaria del nosocomio di viale Gazzi per chiedere chiarimenti sulla vicenda. Ovviamente, lapresenza di un addetto stampa faciliterebbe non poco il lavoro delle redazioni. Ma questa è un’altra storia.

Elisabetta Raffa

Giornalista professionista dal secolo scorso, si divide equamente tra articoli di economia e politica, la cucina vegana, i propri cani, i libri, la musica, il teatro e le serate con gli amici, non necessariamente in quest’ordine. Allergica ai punti e virgola e all’abuso dei due punti, crede fermamente nel congiuntivo e ripete continuamente che gli unici due ausiliari concessi sono essere e avere. La sua frase preferita è: “Se rinasco voglio essere la moglie dell’ispettore Barnaby”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.