Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Sbarcati in città 1.267 migranti, tra loro anche minori e donne incinte

Letto 396 volte

Maxi sbarco di migranti in città oggi pomeriggio. Si tratta di 1.267 persone provenienti dall’Africa sub sahariana e tra loro ci sono anche tanti minori e una decina di donne incinte. Alcuni di loro erano stremati dal lungo viaggio e sono stati subito presi in carico dalle autorità mediche. A trasportarli in città la nave umanitaria Panther, che ieri li ha soccorsi nel Canale di Sicilia. A gestire l’accoglienza e lo smistamento in diversi centri di accoglienza la Prefettura di Messina. Il bilancio complessivo dell’operazione di Pasqua è di 8.500 migranti salvati in mare e di 13 morti, tra i quali anche un bimbo di 8 anni. Intanto il segretario della Lega Matteo Salvini accusa il Governo di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e minaccia denunce contro l’esecutivo Gentiloni e i vertici della Marina Militare e della Guardia Costiera. A Catania sono sbarcati dalla nave militare tedesca Rhein 1.181 migranti, mentre a Porto Empedocle ne sono arrivati a bordo dell’italiana Chimera 451, soccorsi nelle acque nordafricane.

Il DEF 2017, il Documento Economico-Finanziario, prevede per l’anno in corso per il soccorso e l’accoglienza dei migranti una spesa di  4 miliardi 600.000 milioni di euro, un miliardo in più rispetto al 2016. “Il deciso incremento dei flussi e delle presenze a fine 2016 si riflette nei dati ad oggi disponibili, che aggiornano al rialzo le stime presentate nel Documento Programmatico di Bilancio -si legge nel DEF. In base ai dati attuali, le operazioni di soccorso, assistenza sanitaria, alloggio e istruzione per i minori non accompagnati sono, al netto dei contributi dell’Unione Europea, pari a 3,6 miliardi nel 2016 e previste pari a 4,2 miliardi nel 2017 in uno scenario stazionario”. Cifra che potrà arrivare a 4,6 miliardi se i flussi aumentare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.